11 Comuni umbri al voto. Per Assisi e Città di Castello possibile ballottaggio

Tempo di lettura: 148 secondi

Elezioni-mano-votoSono 11 i Comuni in Umbria chiamati al voto per eleggere i candidati a sindaco delle città e i consiglieri comunali. Si voterà domenica 5 giugno, dalle 7 alle 23. Nella provincia di Perugia sono 5 le città interessate: Assisi, Città di Castello, Bettona, Bevagna e Nocera Umbra mentre sono 6 per la provincia di Terni: Amelia, Otricoli, Avigliano Umbro, Montecastrilli, Castel Giorgio e Parrano. Solo nelle due città principali, Assisi e Città di Castello, con una popolazione superiore alle 15mila unità, ci potrà essere la possibilità del ballottaggio, fissato, eventualmente, per domenica 19 giugno.

È un minitest elettorale anche per l’Umbria, dove le tensioni nella maggioranza, a livello regionale, sono ancora forti, dopo le dimissioni dell’assessore regionale, Luca Barberini, non rientrato in giunta ma nemmeno sostituito. In questo contesto si colloca l’incontro che si è svolto a Trevi, per iniziativa della componente bocciana che ha voluto mostrare la propria consistenza con oltre 600 partecipanti all’iniziativa dal titolo “Futurando, l’Umbria da costruire”.

Ma è il caso di tornare sugli 11 centri chiamati alle urne. A Città di Castello e Assisi si vota con il doppio turno se nessun candidato riesce ad ottenere il 50%+1 dei voti alle prime votazioni.

Una grande battaglia si preannuncia ad Assisi (27.377 abitanti) dove per il numero dei candidati alla carica di primo cittadino (ben 8), con 16 liste di appoggio, e con le forti divisioni nello schieramento di centrodestra, appare quasi scontato il ballottaggio. La sfida, per andare al ballottaggio, sembra limitarsi a tre contendenti: Antonio Lunghi, sostenuto da tre liste, Giorgio Bartolini (4 liste in appoggio con il centrodestra ufficiale) e Stefania Proietti (con 3 liste, tra cui il Pd). In corsa l’ex assessore Francesco Mignani (con due liste), Fabrizio Leggio del Movimento 5 Stelle, Luigino Ciotti con “Lista @Sinistra”, Claudio Iacono con il “Popolo della Famiglia” e Patrizia Buini con “Buini – Lista civica Ricci”.

A Città di Castello (40.064 ab.) si ripresenta il sindaco uscente Luciano Bacchetta (con 3 liste del centrosinistra compatto). Lo sfidano Marco Gasperi (Movimento 5 Stelle), Nicola Morini (3 liste del centrodestra), Giovanni Zangarelli (La Rinascita), Roberto Colombo (Castello Cambia).

Negli altri nove comuni umbri, invece, il risultato sarà deciso domenica 5 giugno.

Sono 4 i candidati a Bevagna (5.074) ab.): Annarita Falsacappa, Giovanni Borsini (Bevagna rinasce); Analita Polticchia (Per Bevagna Futura) ed Emma Di Filippo (Movimento 5 stelle). A Nocera Umbra (5.953) sono 3 in lizza: Giuseppe Pesciaioli, Giovanni Bontempi e Franco Buriani. A Bettona (4.302 ab.) altri 3 candidati: Stefano Frascarelli, Lamberto Marcantonini e Carlotta Caponi. Il centro più popoloso nel ternano è Amelia (11.781 ab.) con 4 candidati: il sindaco uscente Riccardo Maraga sfidato da Gianfranco Chieruzzi, Nadia Moretti, Laura Pernazza e Raffaele De Lutio. A Montecastrilli (5.190 ab.) si candidano Sabina Accorroni, Fabio Angelucci e Emanuele Capradossi. In 4 a Castel Giorgio (2.178 ab.): Andrea Garbini, Claudio Tarmati, Andrea Corritore e Rodolfo Proietti. Sfide a due per i Comuni di Otricoli, Avigliano Umbro e Parrano. In particolare a Otricoli (1.915 ab.) Antonio Liberati contro Francesco Bussoletti; ad Avigliano Umbro (2.568 ab.) il confronto è tra Luciano Conti e Daniele Marcelli mentre a Parrano (590 ab.) la sfida è tra Valentino Filippetti e Laura Duranti.

AUTORE: Emilio Querini

LASCIA UN COMMENTO