Tutto pronto per la Festa mondiale delle famiglie

Previsti un milione di partecipanti. Alcuni eventi saranno trasmessi in diretta tv. Intanto, pubblicati l’“Enchiridion della famiglia” e una nuova ricerca sociologica sul valore della famiglia

Tempo di lettura: 161 secondi

È stato presentato nei giorni scorsi in Vaticano il VII Incontro mondiale delle famiglie (Milano, dal 30 maggio al 3 giugno; sito www.fami- ly2012.com). Delle tante attività messe in campo in vista dell’evento, il card. Ennio Antonelli, (vedi articolo a pag. 15) presidente del Pontificio consiglio per la famiglia, ha citato in particolar modo le catechesi preparatorie tradotte in 11 lingue, tra cui romeno, arabo e russo. La conferenza stampa è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente l’Enchiridion della famiglia che, ha detto il cardinale, “raccoglie i più recenti insegnamenti della Sede apostolica sui temi della famiglia e della vita umana. La documentazione raccolta riguarda gli ultimi anni del pontificato di Giovanni Paolo II e quelli del pontificato di Benedetto XVI dal 17 maggio 2005 al 31 dicembre 2011”. Si tratta di “un utile strumento di consultazione” rivolto “agli operatori della pastorale familiare, alle associazioni, ai movimenti pro-familia e pro-life, agli studiosi, ai docenti, ai politici”.

Il card. Antonelli ha sostenuto che non dovrebbe essere solo compito di gruppi, associazioni o persone di buona volontà occuparsi di aiutare le famiglie a “ritrovare l’unità coniugale”, ma dovrebbero essere “le istituzioni a fare di tutto perché il matrimonio sia stabile, rispettando certo sempre, in definitiva, la libertà delle persone: ora non mi sembra che il divorzio breve vada nella direzione giusta”.

I numeri e gli eventi tv. A Family 2012 è legata una iniziativa del Congresso dei ragazzi: “Il Giardino”. Un migliaio circa di giovani di ogni fascia di età, figli dei convegnisti, nei giorni 30 maggio – 1° giugno approfondiranno in vari modi i temi della generazione, dell’identità e della differenza, della reciprocità e della responsabilità sociale”.

Il card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano, ha inoltre ricordato che sono un milione i fedeli attesi per la messa con il Pontefice, 300 mila i partecipanti previsti alla Festa delle testimonianze, 50 mila i visitatori previsti alla Fiera internazionale della famiglia.

In particolare, la Festa delle testimonianze si terrà il 2 giugno. La prima parte, dalle ore 16 alle 19, sarà costituita da un evento dal titolo JubilFamily – La gioia di essere famiglia, con testimonianze dall’Italia e dal resto del mondo, ed esibizioni musicali dei vincitori del concorso “Giovani talenti per il Papa”. Tre ore che saranno trasmesse in diretta daTv2000. La serata con il Papa, stesso giorno alle 20.30, andrà invece in onda in diretta su Rai Uno.

Una “risorsa” dimostrata. Nella medesima occasione è stato presentato il volume La famiglia, risorsa della società, a cura di Pierpaolo Donati, ordinario di Sociologia all’Università di Bologna. Il testo contiene i risultati di una ricerca scientifica condotta su un campione rappresentativo della popolazione italiana in età compresa fra 30 e 55 anni (3.500 interviste effettuate nel 2011). Donati ha spiegato che in sintesi “si dimostra che la famiglia ‘normo-costituita’ (padre, madre e figli, ndr) è una risorsa per la società perché genera virtù sociali, e che ciò si realizza quando la famiglia vive secondo l’etica del ‘dono’. La relazione familiare genera un clima caratterizzato da fiducia, cooperazione, reciprocità, dentro il quale crescono le virtù personali e sociali”.

La ricerca è stata affidata a vari studiosi accademici italiani ed è sponsorizzata dal Pontificio consiglio per la famiglia, con il sostegno della Fondazione “Fede e Scienza” e della Fondazione “Cattolica assicurazioni”; ha avuto come coordinatore organizzativo il Centro internazionale studi famiglia di Milano.

LASCIA UN COMMENTO