Bagliori con Shakespeare

Dal 20 al 29 marzo il festival nazionale della letteratura “Bagliori d’autore”

Tempo di lettura: 137 secondi

Una scena del film Shakespeare in love di John Madden
Una scena del film Shakespeare in love di John Madden

È dedicata al grande drammaturgo inglese William Shakespeare la X edizione del Festival nazionale di letteratura Bagliori d’autore. Mercoledì 11 marzo il festival ha avuto un’anteprima all’Università per stranieri con un ospite d’eccezione Giorgio Albertazzi, uno dei più grandi attori teatrali del ‘900, profondo conoscitore e toccante interprete di molti personaggi dei drammi shakespeariani più celebri. Dal 20 al 29 marzo la kermesse letteraria entrerà nel vivo attraverso una serie di percorsi tematici che si esprimeranno con vari eventi fra Perugia e Civitanova Marche tesa ad approfondire e far gustare i drammi, le commedie e i sonetti che ormai fanno scuola nei corsi di teatro, di letteratura, e di lingua inglese di tutto il mondo.

Fra gli itinerari proposti dal Festival uno dei più significativi è sicuramente quello dedicato ad Amleto, il tenebroso principe di Danimarca al quale il Festival dedicherà molti eventi, a cominciare dall’intervista all’erede naturale delle artisticità di Carmelo Bene, Piergiorgio Giacchè, che in esclusiva per Bagliori d’autore rivelerà alcuni segreti che hanno reso indimenticabile l’eclettico attore. Quindi, in collaborazione con il Circolo dei Lettori di Perugia, la discussione sul libro del mese, presentata da Rosanna Camerlingo, sarà dedicata ai grandi drammi shakespeariani, e all’Amleto in particolare. Infine, sarà lo spettacolo teatrale In Danimarca, scritto e diretto da Bruno Taburchi e ispirato ai personaggi dell’Amleto, a concludere il Festival al Teatro La Sapienza, il 28 e 29 marzo.

Un altro percorso tematico di sicuro interesse è quello dedicato alla donna nel mondo shakeasperiano, che inizierà a teatro con la celebre commedia La bisbetica domata, con la regia di Mario Coletti. In programma, poi, la proiezione del film Shakespeare in love, di John Madden e la presentazione del libro di Camilla Caporicci The dark lady. Da non perdere la mostra fotografica “Ophelia e le altre”, realizzata a Civitanova Marche, altra sede del Festival, e presentata anche all’interno della Rocca Paolina, mostra dedicata ai celebri personaggi dei drammi shakespeariani e alle opere dei maestri pre-raffaelliti. Altro filone è quello dedicato alla musica, con un concerto del soprano Chiung Wen Chang, che interpreterà brani tratti dalle numerose opere liriche ispirate ai capolavori di Shakespeare, quali Falstaff, Otello, Giulietta e Romeo.

Altro percorso sarà quello dedicato alle incursioni shakespeariane nella sfera del mistero e dell’occulto che si realizzerà per esempio con la proiezione del film Macbeth di Orson Welles. Il Festival propone inoltre altri eventi quali ad esempio il Workshop in lingua inglese dell’epoca sull’Arte della drammatizzazione shakespeariana, la proiezione del film Richard III di Richard Loncraine, Boschi Shakespeariani, foreste, fiumi e forre descritte dal grande drammaturgo in una cornice d’eccezione, il Bosco San Francesco, ad Assisi.

LASCIA UN COMMENTO