Cammino in sei tappe nella valle ternana

Giubileo della Misericordia. Un percorso di 100 Km sulle orme dei protomartiri francescani dove poter godere della natura, dell’arte e della cultura del territorio

Tempo di lettura: 124 secondi

terniIl giubileo della Misericordia è una grande opportunità per riscoprire la propria spiritualità anche attraverso il pellegrinaggio nei molti luoghi religiosi dell’Umbria.
La Compagnia dei Romei di San Michele arcangelo, Regione Umbria, Sviluppumbria e Provincia di Terni in collaborazione con il consorzio “Umbria & Francesco’s way”, hanno realizzato il Cammino dei Protomartiri Francescani, un percorso di 100 chilometri tra Terni, Stroncone, Calvi dell’Umbria, Narni, San Gemini e Cesi. Sono i paesi d’origine dei Santi protomartiri francescani della valle ternana, Accursio, Adiuto, Berardo, Ottone e Pietro, partiti nel 1220 su invito di San Francesco per il Marocco e uccisi durante la loro opera di evangelizzazione.   Lungo le sei tappe del cammino si scoprono imponenti abbazie e l’antico passato che si conserva nei tanti musei, gallerie d’arte, palazzi e piazze che adornano ciascun centro storico. Sulle mappe sono riportati i principali luoghi da visitare, ma lungo il cammino si può trovare molto di più. Il cammino a piedi in Umbria diventa un modo slow per conoscere la gente, i luoghi e le testimonianze artistiche. A guidare i pellegrini, una fitta rete segnaletica, in legno metallo e ceramica, su alberi, sentieri, palazzi dei centri storici ed edifici adibiti all’accoglienza. I visitatori potranno scegliere tra un’ampia selezione di strutture e alloggi: agriturismi, alberghi, B&B, affittacamere. E accanto ad essi verrà sviluppata l’accoglienza “povera” dei pellegrini muniti di regolare credenziale, grazie a strutture e locali messi a disposizione da istituzioni, enti pubblici, privati e religiosi.
“Il Cammino – spiega  Alessandro Corsi, Priore della Compagnia dei Romei  di San Michele Arcangelo  – è strutturato in sei tappe. È possibile, però, modularlo a piacimento del pellegrino. La mappa accompagna il camminatore nei luoghi francescani, fornendo la descrizione turistica del percorso, le distanze, le ore di cammino e le indicazioni sui principali luoghi da visitare”.
Ad accompagnare i visitatori, laici o credenti, sono alcuni dei più suggestivi scorci che l’Umbria sa offrire. «La diocesi di Terni-Narni-Amelia è una terra francescana – ha detto il vescovo Giuseppe Piemontese – che si è ispirata alla predicazione di san Francesco d’Assisi e dove i protomartiri sono una delle espressioni più belle. E’ questo un cammino alla riscoperta di tanti valori, un cammino di pellegrini della verità, che nel dialogo con le persone che s’incontrano possano trovare una nuova e ricca umanità, fraternità, cultura. Un cammino per contemplare la natura, l’arte e la cultura che in questi luoghi è di una ricchezza straordinaria».
Per maggiori informazioni:   www.umbriatourism.it  e www.camminoprotomartiri.it.

AUTORE: Elisabetta Lomoro

LASCIA UN COMMENTO