ABAT JOUR

ABAT JOUR

La tartaruga

È arrivato nelle redazioni di tutti i giornali e di tutte le tv, ma nessuno ha voluto pubblicarlo. Il messaggio telegrafico si apriva con...

Il taglio del sottobosco

Nella prima delle tre storie raccolte ne Il taglio del bosco di Cassola, il protagonista, Guglielmo, ferito da diversi eventi luttuosi, spera di dimenticarli...

La colpa è altrove

“È tutta colpa mia”. Con questa umanissima menzogna, che conferma in pieno la stima che ho sempre nutrito per l’alto profilo morale di Wladimiro...

Fibrillazione a tempo

Hanno ragione loro, quelli che vivono con me, lo ammetto. Me lo rimproverano e hanno ragione, non posso farci niente: quando si avvicina un...

Il calciatore in officina

Giornale italiano del 25 giugno 2014. Ultima pagina, quella dove si accalcano i rimandi dalle pagine interne. Leggo: “Ma certo un morso non era...

Festa dei santi Pietro e Paolo. Importante (ogni sette anni)

Ma com’è possibile che una festa di capitale importanza per noi cristiani venga celebrata solo ogni sette anni? Parlo della solennità dei santi Pietro...

Una liturgia del Regno

Alla nostra liturgia eucaristica - incredibile ma vero! - il Concilio ecumenico Vaticano II ha tagliato il fiato. Si è trattato del risvolto negativo...

Abat Jour. Impastati di vita trinitaria

“Impastati di vita trinitaria!”. Il commento di mons. Battaglia alla liturgia della Parola domenicale e festiva, depositatosi nei suoi tre volumi (uno ogni anno...

Profetizzo

E profetizzando chiudo questa miniserie di Abat jour tutte concentrate sul rapporto che il cristiano dovrebbe avere con i poveri. Chiudo gli occhi, li riapro,...

Teologia e vita con gli ultimi

La nostra ricerca di motivazioni teologiche atte a dare consistenza culturale, sulla base del Vangelo, alla scelta della vita condivisa con gli ultimi ci...

Vita condivisa con gli ultimi

Bene, partiamo. Quando (fine degli anni ’60 del XX secolo) gli osservatori più attenti del post-Concilio indicarono la Comunità di Sant’Egidio di Roma, il...

L’autogestione di oggi

Tempi eroici, quelli di allora. Tempi diversamente eroici quelli di oggi. Perché, se le comunità di accoglienza non vogliono ridursi a comunità terapeutiche, devono...

L’autogestione di ieri

Ripartire da ciò che abbiamo scritto sul nostro Statuto, e prima ancora da quello che abbiamo vissuto nella vecchia villa Piccolomini. Io arrivai a Fermo,...

Quod erat in principio

Prima di Pasqua, la mia Comunità di Capodarco dell’Umbria ha sistemato tutti i contratti di lavoro che regolano i rapporti economici con i propri...

L’ala della poesia

Sei furono le nuove Preghiere eucaristiche consentite dalla Chiesa nel 1983, “ad experimentum”, sulla scia delle indicazioni offerte dal Sinodo svizzero: un experimentum che...

La Chiesa in cammino

Così canta l’intitolazione della Preghiera eucaristica V/D: “La Chiesa in cammino”. Bene. Ma l’intestazione aggiunge: “... verso l’unità”. Come “in cammino verso l’unità”? Ma non...

Gesù, modello di amore

Quando ho letto per le prima volta l’intestazione della Preghiera eucaristica V/C, “Gesù, modello di amore”, ho avuto un moto istintivo di sospetto. Ingiustificato,...

Gesù, nostra via

Anche la preghiera eucaristica V/B, voluta dalla Cei nel 1983, è ricchissima di teologia. “Gesù, nostra via”. Un giorno Gesù ha detto di essere...

Dio guida la sua Chiesa

La preghiera eucaristica V/A ha come titolo “Dio guida la sua Chiesa”. Affermazioni del genere sono presenti, con le dovute varianti, in tutte le...

Quaresima d’ascolto

È la mattina del Mercoledì delle ceneri. Stasera dirò messa con i miei “ragazzi”, e mi farò imporre la cenere sui miei capelli bianchi,...

Quelle due ore e passa

Che belle, il pomeriggio di domenica 23 febbraio 2014, le due ore e passa trascorse nel Duomo di Perugia gremito di gente, stretti intorno...

Un’ora e dieci

Un’ora e dieci minuti è durata la proiezione di Time, il lungometraggio che Renato Maria Rogari ha girato a Gubbio e proiettato per la...

Caro san Paolo

Caro san Paolo, non si conoscono un comunicatore più convincente di te, né un polemista più puntuale di te. Eppure l’uso liturgico quotidiano spesso...

Finisco qui

Il dott. Fressoia continua a pungermi come una zanzara, e sostiene che non abbiamo mai duellato (nemmeno indirettamente, come sostenevo io), e che …:...

Hanno ragione ma…

Cosa deve dire un uomo di fede di fronte alla scienza che rivendica la sua autonomia nei confronti della Bibbia, di fronte agli Slipher,...

Mi spiego

Il mio rapporto con il dr. Fressoia è di un’anomalia più unica che rara. Non ci conosciamo (lo chiamo “dottore” per via della caratura...

Storie di prima grandezza

L’ideale della giustizia gli uomini se lo portano dentro da sempre, forte e chiaro, e con esso il dovere di lottare per la giustizia....

Da che cosa dipende

Dall’ambone modesto della chiesa di S. Marta o dalla finestra che dà su piazza S. Pietro, nelle feste di san Giovanni Evangelista, dei santi...

La bufala

Questa è l’ultima volta che la mia pallente abat jour scoccia il lettore con gli “ahi! ahi!” che a me e ai miei comunitari...

Il perché di un passo indietro

I miei mi dànno del matto. “Con la nostra barchetta, pensi di speronare la corazzata Asad!”. No, vorrei solo che le cooperative facessero solo...

Sgarbi crudeli

Se vogliamo parlare di sgarbi riservati alla Comunità di Capodarco dell’Umbria da chi gli sgarbi può permetterseli, devo raccontare quello che successe nel 2010,...

Emarginati su altri fronti

L’aver parlato dello “sternuto della corazzata” m’ha indotto a ricordare anche altri tentativi messi in atto dall’Autorità locale per emarginarci, su altri fronti. Tra...

L’ultimo sternuto della corazzata

L’impegno sociale della Regione Umbria e, al suo interno, l’Asl Umbria n. 1 dispone (è il verbo esatto) di una corazzata (è il sostantivo...

Marcati stretti dall’Asl

A parte i miei personali errori, dei quali ho parlato nell’incerta luminescenza delle due abat-jour più recenti, hanno influito sulla mia decisione di lasciare...

L’altro errore e la sua radice

Accanto ad aver concesso “a cani e porci” la qualifica di socio, l’altro mio errore madornale, come presidente della Comunità di Capodarco dell’Umbria, è...

Il primo di due errori madornali

Una situazione difficile mi ha dunque convinto a lasciare a don Vinicio Albanesi la presidenza della Comunità di Capodarco dell’Umbria, non senza un esame...

Addio alle armi?

Mi sono dimesso da presidente della Comunità di Capodarco dell’Umbria. Dopo sedici anni di onorato servizio. Ma di anni vissuti in comunità ne ho...

Sì, gli ho scritto

La notizia era trapelata appena tra i miei, ed era vera: senza il parere previo di nessuno, ho scritto a Papa Francesco: il 28...

Tino de Buricchio

È morto Tino Pierotti. Tino de Buricchio: pochi ricordavano quello che, nella defunta civiltà contadina, era stato il “vero” nome della sua famiglia, con...

“Apre”

I “Fioretti di Papa Francesco”, se li raccogliessimo in volume, equivarrebbero già a tre volte i Fioretti di san Francesco. È un vero piacere...

Nella notte

Non è proprio aria di prendere sonno, stanotte. Ho dimenticato di assumere a tempo debito quel Tavor che il sonno me lo procura ogni...

Due facce di un unico servizio al mondo

Prima le parole contro la guerra: pesanti come macigni. Pronunciate su piazza S. Pietro, dall’alto delle più famosa finestra del mondo, all’Angelus di domenica...

Ha disubbidito alla mamma

Ce l’ha la Francia, l’ha introdotta nel 1981 Mitterrand, l’ha ridotta Sarkozy, l’ha aumentata di nuovo Hollande. Ce l’ha la Svizzera, ce l’ha la...

Nel cuore dell’estate

Il 9 e il 14, nel cuore di quel mese d’agosto nel quale la gente fa di tutto per dimenticare gli altri undici mesi,...

Si può diversamente, si può

Come cappellano della casa di riposo di via Cavour, tra lunedì e martedì scorso ho amministrato per cinque volte il sacramento dell’unzione degli infermi...

Chissà se

Anch’io ho lavorato a lungo, come Gèremek, non alla storia della povertà, ma alla storia del rapporto fra Chiesa e poveri. L’ho fatto durante...

Bella e dolorosa, e fa riflettere

"Ricordati dei poveri”: fu solo un soffio nell’orecchio di Jorge Mario Bergoglio, appena eletto Papa, quello che gli disse il vecchio Cardinale un attimo...

Quattro mesi che galleggio

Sabato prossimo saranno quattro mesi da quando è stato eletto Papa Jorge Mario Bergoglio. E io da quattro mesi galleggio. Galleggio su un oceano...

L’unica risposta giusta

Una delle caratteristiche della vita pubblica eugubina è quella che le contrapposizioni politiche, anche quelle estreme, non si tramutano mai in prese di distanza...

Voleva essere solo una spintarella

La mia, quella che nel penultimo numero del nostro settimanale ho rivolto a nuora perché suocera intenda, tutto voleva essere tranne che una paternale,...

Un solo Cristo per ambedue

Don Andrea Gallo: “Quando aiuto la gente che ha fame, mi dicono che sono un bravo prete; ma quando mi domando perché quella gente...

Come fosse Caravaggio

Stanno partendo in molte parrocchie i campi estivi per adolescenti: quel delinquente del sole, che per tutta la primavera si è nascosto come se...

Lui, sulla strada

Per due anni noi dell’associazione “Il Gibbo” abbiano tentato di avere con noi don Andrea Gallo, a Gubbio, inutilmente. Per questo in molti mi...

Un’idea bislacca?

Sì, proprio bislacca, ho pensato in un primo momento, l’idea che mi è venuta qualche giorno fa. “Bislacca” nel senso corrente più accreditato: “stravagante”....

Ricorreremo ai cartellini?

Eh già, forse una crociata è troppo. I fervorini sono un obbrobrio, ma organizzare una crociata contro di essi è forse eccessivo. E poi...

Una crociata contro i fervorini?

Mi ci sono voluti diversi decenni di attività pastorale, ma alla fine ho imparato anche io a mettere la Bibbia alla sorgente delle mie...

Collegialità a 360 gradi

La tecnologia informatica sta raggiungendo livelli di perfezione stupefacenti, che solo ieri erano impensabili. Peccato che in gran parte queste inedite possibilità di comunicazione...

Il problema è un altro

Ho avuto modo di leggere, anche se a volo d’uccello, l’opera di mons. Agostino Marchetto Il Concilio ecumenico Vaticano II – Per la sua...

Come rugiada in pieno solleone

12 ottobre 1962: 2.778 personalità ecclesiali prendono posto nella basilica di San Pietro, sui banconi che dai lati della navata centrale degradano verso la...

Tanto rumor per nulla?

Cinquanta anni fa, 19 aprile 1963, il Concilio era fermo. Sembrava fermo. La prima della sue quattro sessioni si era svolta tra la 31a...

Ma che fine ha fatto la politica?

Scrivo mentre i parlamentari del Movimento 5 stelle, rintanati a Montecitorio, che hanno occupato con la stessa facilità con la quale avrebbero occupato un...

Abat Jour. Per leggere il mondo

Non so se abbia ragione del tutto il prof. Immanuel Kant quando propone di farla finita con il considerare il tempo e lo spazio...

Questa morte

Ma chi l’ha voluta questa morte? Domanda decisiva nella Settimana santa. Chi poteva volere la morte di un uomo buono come Gesù di Nazareth,...

Un rammarico piccolo piccolo

Scrivo mercoledì 13 marzo 2013, scrivo quando mancano pochi minuti a mezzogiorno. Con la coda dell’occhio guardo il televisore, sul quale è apparsa da...

Chissà

Queste quattro righe arriveranno sotto gli occhi dei lettori quando l’elezione del nuovo Papa si sarà fatta sempre più vicina, dopo che il Papa...

Una fede raccontata

L’avevo letto tante volte, ma non ne avevo mai colto la formidabile ricchezza. Parlo del “Credo” degli ebrei, proclamato durante la festa delle Primizie,...

Le cornate dell’eremita

Ma perché ce l’avrà sempre con me? Nel suo ultimo numero, La Voce ha pubblicato una lettera di padre Basilio Martin, eremita ed esorcista...

Un racconto che non racconta

I monaci di Fonte Avellana ci hanno detto che, tra le abitudini degli autori biblici, sul piano della comunicazione una delle più inveterate è...

Ripartire dall’acqua calda

Riprendo il discorso che il sig. Ferruccio Medici mi ha costretto ad interrompere; il discorso su quanto la mia associazione e io e tutti...

Una mini-variazione

Mentre lavoravo a indorare le quattro frittelle che avevo confezionato per i miei 17 lettori la settimana scorsa, è arrivata in redazione la lettera...

La cocolla della modernità

Fila via come l’olio il sesto anno della nostra esperienza di lectio divina a S. Maria al Corso, la bella chiesa eugubina con davanti...

Il presepe più bello

Oggi, con gli strumenti che l’informatica mette a nostra disposizione, la ricerca del presepe più bello è alla portata di chiunque possieda uno straccio...

Abat Jour. Quel Natale del 1974

Sulla base del fascino ineguagliabile che accompagna il Verbo eterno di Dio che viene a vivere con noi, il Natale a volte ha un...

Freschezza teologica

Una sensazione di straordinaria “freschezza teologica” (sit venia verbi) m’ha invaso da quando ho preso in mano la tesi dottorale di don Luca Lepri...

Il primo scroscio

Dio mio, che doccia mi sono fatto! “Può darle un’occhiata?”. Era don Luca Lepri, che mi dà del lei per ricordarmi che di anni...

Che doccia che ho fatto!!

Uno dice “Che doccia che ho fatto!” quando è reduce da un’insopportabile esperienza di caldo africano, o di sporcizia pesante, e se ne è...

“Cari figlioli…”

M’hanno chiamato a parlare del Concilio Vaticano II. Me ne sono inorgoglito come un galletto dai bargigli reboanti. Ringrazio chi mi ha chiamato e...

Indifferente ai trionfi, formidabile nei gesti elementari

Uno degli atteggiamenti che maggiormente ci colpirono in Giovanni XXIII fu l’assoluta equanimità che egli conservava nei contesti più diversi: totale indifferenza ai trionfi,...

Strabismo collettivo

Ma come fecero a scegliere proprio lui? Parlo naturalmente di Papa Giovanni. I pochi cardinali (51 in tutto), quasi tutti molto anziani, che nell’ottobre...

Prima che diventasse un santino

“Don A’, stavolta può anticipare l’invio di abat jour di qualche giorno?”: è la Segretaria di redazione che telefona. Anticipare… e come no? Sicuro,...