ABAT JOUR

ABAT JOUR

Con qualche ramo non potato

di Angelo M. Fanucci Ho promesso di parlarne, perché lo sento molto, “mi intriga” come dicono Lorsignori nella loro lingua: ma… i santi che la...

Perché no?

di Angelo M. Fanucci Mentre Elisabetta spitricchiava col suo pc antidiluviano alla ricerca di un certo libro che le avevo richiesto, io girellavo nel suo...

Il Corpo di Cristo

di Angelo M. Fanucci Dal gran bailamme della mia disordinatissima scrivania emerge sempre un libro, Le ragioni della speranza (Paoline), il commento ai Vangeli domenicali in...

Narcisi

di Angelo M. Fanucci No, è troppo gracile e furbesca la dialettica che dilaga in questi giorni su tutti i mass media da parte delle...

Sogno o son desto?

Di Angelo M. Fanucci Devo aver fatto un sogno, ma non ne sono proprio sicuro. Ho sognato (forse) di essere tornato indietro con gli anni,...

Un atto dovuto

di Angelo M. Fanucci Nella notte tra il 3 e il 4 marzo 2018 un calciatore di serie A, Davide Astori, capitano della Fiorentina, è...

Una commozione fuori luogo?

di Angelo M. Fanucci Che mi sta succedendo? Pomeriggio di domenica 25 febbraio 2018. Ho appena visto in tv il film sulla gioventù di Edson Arantes...

Il fascismo perenne

di Angelo M. Fanucci Il fascismo è una realtà attuale o no? Sul tema confliggono in tv Daniela Santanchè, odorosa di mughetti artificiali, e “Lele”...

Si vende di tutto

di Angelo M. Fanucci Nella lettera settimanale che il Gibbo, la mia minuscola associazione di volontariato informatico, spedisce da dieci anni a un numero indefinito...

Il mostro di Frankenstein

di Angelo M. Fanucci “La nostra vera battaglia non è contro il sangue e la carne, ma contro i principati e le potenze, contro i...

Grazie, Presidente!

di Angelo M. Fanucci Scrivo oggi sabato 27 gennaio 2018, Giornata della Memoria. Il 27 gennaio 1945 l’Armata rossa, accolta da un gruppetto di esseri...

Non basterà

di Angelo M. Fanucci Hanno un nome stranissimo: gli Incontattati. Esatto, vanno chiamati proprio così. Sono gli indios della foresta amazzonica peruviana, che non hanno...

Lungo il viale dei Poeti

di don Angelo M. Fanucci L’ho ammirato quando ha detto che avrebbe volentieri rinunciato a tutte le poesie che aveva scritto se avesse potuto essere...

Confusione mentale?

di don Angelo M. Fanucci “Questa è confusione mentale”: non possono non averlo pensato i pochi fedeli che nella “mia” chiesa di Santa Maria de’...

Soprattutto per loro!

di don Angelo Fanucci Ho ricordato come Massimo Cacciari (l’“ateo che prega”) abbia riservato un sonoro e liscio busso a noi cristianucci che accettiamo anche...

Fila liscia, la barca!

di don Angelo M. Fanucci Due vescovi, due incontri, in rapida successione, come i botti d’una doppietta. Uno ritrovato e diretto, l’altro appena incontrato e...

Il Natale di un ateo così così

di don Angelo M. Fanucci Ho letto l’intervista che a fine novembre 2017 Massimo Cacciari ha rilasciato a Il Giornale. Ho faticato a superare il sacro...

Viene! Ecco, è alle porte

di don Angelo M. Fanucci Domenica mattina, 3 dicembre 2017. Ha camminato per tre giorni lungo il percorso francescano da Assisi a Gubbio. Oggi pomeriggio...

Trentatré, cioè trenta più tre

di don Angelo M. Fanucci Risalendo in macchina per tornare a Gubbio dopo il primo contatto con la Comunità di Capodarco, anno del Signore 1970....

Vita, quilla vita

A cura di Angelo M. Fanucci “Questa è la casa di tutti: entrate pure!”. Sono a Casa Papa Giovanni, alla periferia del paesino di Capodarco,...

Santuario, no. Ma nemmeno sagrestia?

Volontariato. Il mio pessimismo ha dovuto ricredersi quando ho visto il consuntivo di una festa patronale. Mammamia, quanta gente ci lavora gratuitamente! Però, però…...

Nei panni di don Enzo Palombo

Nostalgia canaglia e supercanaglia al peperoncino avvelenato, quando mi abbandono al ricordo dei 10 anni di volontariato con i quali, tra il 1974 e...

Canaglia e supercanaglia

Negli anni ’70 del secolo scorso a Gubbio il volontariato si configurò come un’autentica esplosione. Ho ricordato il Geia (Gruppo eugubino di iniziativa per...

Nostalgia canaglia

Annamaria Biraschi e Corrado Baldinelli m’hanno chiesto quattro righe di presentazione di Amicizia e impegno sociale, il loro bel libro di memorie. Ho intitolato...

Quattro suore

Quello su cui hanno sparso la loro fioca luce le mie ultime, pallenti abats jours (o abat jours?) si lega a due ricordi personali...

Quando la signorina Scolastica rifiutò la pensione

Sì, alla completezza della nostra formazione di preti imminenti fu un danno enorme quello di averci impedito, tra il 1958 e il 1961, a...

La serva padrona

Philosophia, ancilla theologiae. Il documento che ufficialmente faceva della filosofia greca la serva della teologia cristiana fu dunque redatto da Tommaso dei conti d’Aquino,...

L’abat jour. Il vero volto del cristiano

Sacerdote, re e profeta. Lui pesa quanto un pulcino e non sa far altro che frignare monotono, mingere a ciclo continuo e ciucciare come...

Abat jour. Acqua. E il crisma?

Da tempo si parla della necessità di liberare il sacramento del matrimonio da quella gabbia giuridica che ne soffoca la natura sacramentale: ridurlo a...

L’abat jour. L’umorismo di Dio

Mi ha incuriosito l’articolo “L’umorismo di Dio" che Civiltà cattolica dello scorso giugno ha pubblicato, a firma di P. Salvini. L’ho letto con grande...

L’abat jour. “Attribuzione identitaria”

Battesimo. Non sa far altro che frignare e mingere il battezzando, ma alla domanda che egli, tramite i due che l’hanno messo al mondo,...

Abat jour – Aux sources!

Aux sources! Alle sorgenti! fu l’emblema di quella volontà di ripensare la fede che animava le avanguardie del cattolicesimo cento anni or sono. Aggiornare...

Bianchi vs Milani

19 maggio 2017. Al Salone del Libro di Torino parla su don Milani Enzo Bianchi, vetusto monaco pieno di spirito e di peli.     Grande...

L’abatjour. Vi presento un amico

Dal 2011 a oggi ho potuto ogni anno reincontrare colui che già allora, negli anni ’50 del XX secolo, a Roma, quando giovanissimi ci...

L’abatjour. In attesa del nuovo vescovo

Il 14 agosto p.v. sarà un anno da quando il mio vescovo, Mario Ceccobelli, il giorno del suo 75° compleanno, ha dato le dimissioni...

L’abatjour. Una Chiesa che sa chiedere perdono

Il viaggio del Papa a Bozzolo e a Barbiana il 20 giugno prossimo: di nuovo, a spiazzarci, l’assolo di Francesco, uno di quei guizzi...

L’abatjour. Allargare il Santorale

Non so da quanti anni nell’énclave medievale nella quale vivo sento dire che è in atto la riforma dei libri liturgici. Bene. Siamo in...

L’abatjour. Sì, ci saremo tutti

Sì, amatissimo Papa Francesco, ci saremo anche  noi. Ci saremo tutti, quel 20 giugno che ti aspettano a Bozzolo (Mantova) don Primo e a Barbiana (Firenze)...

Abat jour – Colpevole d’innocenza

La mia scelta di gestire la Comunità di Capodarco dell’Umbria solo come una comunità d’accoglienza e non anche anche come un’azienda, sul piano teorico...

Abat jour – Già, ma vale anche per me!

E' stata una gioia il giorno in cui ho scoperto la cultura delle autonomie. Frequentavo la facoltà di Lettere classiche all’Università di Perugia; staccato...

Abatjour. Tanto quanto

La sera del 25 aprile, festa civile della Liberazione del mondo dall’abominio tronfio e bestiale del nazifascismo, ho girellato a lungo con il mio...

Abat jour – Due settimane

Due settimane è durato il mondo, due settimane in tutto. Il resto… milioni di anni? Già, ma sono solo dettagli. Due settimane. La prima ebbe...

Abat jour – Dal conflitto alla comunione

Continua, in diocesi di Gubbio, il cammino dell’ecumenismo. A spingere è soprattutto don Stefano Bocciolesi, che quando cammina lo fa come un passerotto implume,...

Abatjour. Tolto il gesso la polpa

Torniamo a tentare di cesellare, col vetusto bulino del quale disponiamo, la risposta che stavamo tentando di dare alla domanda: quale tipo di famiglia...

Abat jour – Un commento o una indigestione?

L'omaso e l’abomaso mentali dei quali la Provvidenza a suo tempo m’ha gratificato erano impegnati a ruminare il rapporto fra il recupero della vera...

Abat jour – Rivisitare a fondo il sacramento. Ma come?

Creare dunque, in materia matrimoniale, le condizioni che rendano possibile la nascita di una famiglia intrinsecamente evangelizzatrice, questo sta a cuore a Papa Francesco. Ma...

L’abatjour. Quando nascerà la famiglia cristiana?

I discorsi di Papa Francesco hanno sempre un retropensiero, che non è la piccola furbizia di chi non dice ma lascia capire, ma la...

Abat jour – Altro che pura cortesia!

Sabato scorso, 25 febbraio, Papa Francesco ha ricevuto in udienza privata la Comunità di Capodarco in occasione del 50° anniversario della sua nascita; occasione...

L’abatjour. Nostalgia canaglia

Era il 1987 quando Albano e Romina cantavano Nostalgia canaglia, ma quella che ha assalito me è una nostalgia d’altro tipo. È la nostalgia...

Abat jour – Il più bello dei suoi ricordi

Il più bello dei ricordi che mons. Bottaccioli ci ha lasciato è quel volumone di 622 pagine edito nel 2010, dal titolo La diocesi...

Abat jour – Un secondo ricordo di lui

Il secondo dei ricordi che conservo del vescovo Bottaccioli - di quando, per tutti noi eugubini, era semplicemente “don Pietrino” - è quello di...

Abatjour. Un primo ricordo di lui

Del tuo padre spirituale, e parroco, e vescovo Bottaccioli, adesso che è tornato al Padre, non hai ricordi significativi, tu che gli sei stato...

Abat jour – Le coccole di Gesù

Dal quando, nel lontano 1971, andai a vivere in una comunità d’accoglienza - quella che a Fabriano la Comunità di Capodarco apriva con il...

Abat jour – I post-ideologici

L'ha detto l’on. Di Maio, esponente del Movimento 5 stelle: “postideologici”. Da non confondere con i postelegrafonici, che sono tutt’altra cosa. “Il Movimento 5 stelle...

Abat jour – Grazie al niet del vescovo

Fu il niet del mio vescovo a buttarmi dalla spalletta del gran fiume di Capodarco a testa all’ingiù. Prima che quell’estate 1970 cominciasse, con don...

Abat jour – Caution!

Sono state due giornate splendide, quelle trascorse a Capodarco di Fermo per celebrare i primi 50 anni di vita della Comunità di Capodarco, l’11...

Abat jour – Servizio: cioè?

L'approccio del Sommo Pastore con i suoi fedeli è dunque radicalmente cambiato da Giovanni XXIII in poi, fino a Papa Francesco. Cambiato nella misura...

Abat jour – Già con Papa Giovanni

Ai nostri giorni il rapporto concreto che lega un Papa ai fedeli affidati al suo servizio è dunque drasticamente cambiato. “Drasticamente cambiato”: dovrei dire...

Abat jour – Uno shock esperienziale

"La chiesa di tutti e soprattutto la Chiesa dei poveri”: “Nella mia vita ho sempre cercato più quello che unisce che quello che divide”....

Abat jour – Perché quella parola

Me lo sono chiesto a lungo, il perché del fascino unico, quasi dell’ammaliamento che la parola di cui ho denunciato la petulante prepotenza, CONDIVISIONE,...

Abat jour – Una parola prepotente

"A don A’, com’è che, invece dei pesanti pistolotti che hai caricato sulle tue pallose Abat jour più recenti, non ci racconti la vita...

Abat jour – Nelle nostre omelie

Nelle nostre omelie, spesso la dimensione civile dell’impegno cristiano è assente. In passato c’è stata, e anche in eccesso, quando ci veniva imposto di...

Abat-jour – Il raggio d’azione del servizio pastorale

Ci chiedevamo: cosa possiamo fare noi cattolici per combattere la crisi morale che, denunciata con grande lucidità da Enrico Berlinguer nel 1976, tuttora imperversa....

Abat-jour – L’occupazione e lo scambio

Se vogliamo veramente ripartire ab ovo, se vogliamo individuare il cuore di quella crisi morale che dai primi anni ’80 attanaglia la politica italiana...

Abat jour – Riscoprire l’America

La gioiosa circostanza della presenza di Papa Francesco fra noi rinfocola la mia convinzione che la difficile accoglienza dei migranti che premono e premeranno...

Abat jour – Cominciando dal basso

Ci credo davvero, e con forza, che lo spettacoloso colpo di reni con il quale alla fine della Seconda guerra mondiale l’Europa riuscì a...

Abat jour – Senza eccezioni

Perentoria come non mai, la Parola della XVI domenica del tempo ordinario: accogliere, accogliere sempre e comunque, e dare sempre la precedenza allo straniero,...

Abat jour – Confermo

Ho confessato la mia nostalgia per la Democrazia Cristiana, per la primissima Democrazia Cristiana. Confermo. Lo faccio sullo sfondo della detronizzazione di un sindaco...

Abat-jour – Nostalgia

Quando avrete in mano questo numero de La Voce la sindaca di Roma Virginia Raggi avrà già pubblicato i nomi della Giunta che chiama...

Abat jour – David e Golia

La sera di lunedì 27 giugno ero nella sala da pranzo della mia comunità residenziale di San Marco, con i miei picchiatelli armati di...

Abat jour – Le stelle sono tante…

La ricordate, la strofetta pubblicitaria? “Le stelle sono tante, / milioni di milioni, / la stella di Negroni… (pausa, prendere l’àzzico)… vuol dire qualità!”....

Abat Jour – “Ruminatio”, cioè

Torno al tema della ruminatio. Troppo alto per me? Sì. Ma a volte, a guardare verso l’alto, i nani ci riescono meglio dei giganti. Tra...

Abat jour – L’intelligenza dell’anima

Forse i miei diciassette lettori s’aspettavano che in questa mia ennesima pinzallàcchra (è dal 1978 che ne sforno una alla settimana!) continuassi il discorso...

Abat jour – Un valdostano che rumina

La gente che qui a Gubbio ha partecipato all’incontro promosso da Il Gibbo con Paolo Curtaz, nella Sala S. Francesco, il 27 maggio u.s.,...

Abat jour – L’Alce Nero

Non li conoscevo, li ho conosciuti con immenso piacere. Parlo dei figli di Gino Girolomoni, il fondatore della mitica cooperativa agricola “L’Alce Nero”. Alce Nero...

Abat jour – Chi sono io (per)?

“Chi sono io?”: un interrogative che oggi ti fa subito pensare a un malato di alzheimer. E non c’è niente, proprio niente da ridere,...

Abat jour – C’è calcio e calcio

Sono ormai un paio di settimane che sotto la volta del  cielo risuona il peana a Claudio Ranieri, un romano de Roma  che ha...

Abatjour – M’incuriosisce

M'incuriosisce Brunetta. No, non LA Brunetta che abita a due isolati delle sede della mia comunità: in altri tempi un incuriosimento del genere sarebbe...

Abat jour. Vincitori e vinti

La settimana scorsa la nostra Tv2000 ha trasmesso Vincitori e vinti, un vecchio film che avevo visto tanti anni fa, e me l’ero ciucciato...

Magone e malvezzi

Davvero, a ripensare a quel giorno di agosto del 1954 - il giorno in cui, sedicenne, a Roma, presi parte alla liturgia di commiato...