I cento anni della Galleria nazionale dell’Umbria

Tempo di lettura: 71 secondi

Centotrenta opere, espressione dell’arte umbra dal Medioevo al Rinascimento umbro, sono le protagoniste di una grande esposizione in corso alla Galleria nazionale dell’Umbria fino al 10 giugno per celebrare i cento anni del museo fondato il 17 gennaio 1918.

“Tutta l’Umbria una mostra”, curata da Cristina Galassi e Marco Pierini, con il patrocinio della Conferenza episcopale umbra e del Comune di Perugia, prende spunto dalla storica “Mostra d’antica arte umbra” del 1907, la più importante esposizione mai organizzata nella regione, che attraverso poco meno di mille pezzi contribuì a definire per la prima volta le caratteristiche della scuola umbra e i suoi tratti originali.

L’esposizione in corso raccoglie opere di autori quali Arnolfo di Cambio, Gentile da Fabriano, Niccolò di Liberatore, Benozzo Gozzoli, Matteo da Gualdo, Pinturicchio e Perugino. Centotrenta capolavori provenienti per la maggior parte dal territorio regionale e conservati presso musei civici, istituzioni ecclesiastiche e private. Tra tutte spiccano bellissime Madonne con Bambino, tra cui quella realizzata dal Pinturicchio, vari Gonfaloni processionali su tela, una Bibbia atlantica miniata, un bellissimo messale del maestro di Deruta, il famoso Trittico Marzolini, modellini lignei quale quello del Tempio della Consolazione di Todi. L’occasione della mostra è stata inoltre propizia per restaurare venti di queste opere perché recuperassero la loro piena leggibilità.

A corredo della mostra verranno proposte visite guidate.

Orari: da martedì a domenica, 8.30 – 19.30; lunedì 12 – 19.30. Biglietti intero 8 euro, ridotto 4 euro. Info tel. 075.58668415. Biglietteria tel. 075.5721009.

M. A.

LASCIA UN COMMENTO