Chi saranno i nuovi 9 sindaci?

ELEZIONI AMMINISTRATIVE. Comune per Comune, la situazione degli schieramenti politici

Tempo di lettura: 140 secondi

Si avvicinano le amministrative, fra liti per le primarie nel centrosinistra e il “caso Assisi”. Sono 9 i Comuni interessati dalla consultazione amministrative del 15 e 16 maggio, 6 nella provincia di Perugia (Assisi, Gubbio, Città di Castello – dove sarà possibile il ballottaggio -, Trevi, Bevagna, Nocera Umbra) e 3 in quella di Terni (Amelia, Avigliano Umbro e Montecastrilli). Città di Castello e Gubbio sono accomunate dall’aver “perso” il sindaco nel corso delle elezioni regionali del 2010, quando Fernanda Cecchini e Orfeo Goracci sono stati eletti a palazzo Cesaroni, decadendo dalla carica per lasciare la guida dei Comuni a Luciano Bacchetta e a Maria Cristina Ercoli. Questo avrebbe dovuto anticipare un accordo tra i partiti del centrosinistra per una candidatura unica. Tutt’altro. Il 3 aprile il centrosinistra voterà per le primarie. A Città di Castello, dopo divisioni e dimissioni, il Pd ha indicato l’attuale assessore Domenico Duranti che sfiderà Luciano Bacchetta (Socialisti). Nel frattempo ci sono anche partiti in attesa, come Sel e Idv. Sul fronte opposto Cesare Sassolini ha raccolto il consenso dell’intero Pdl. A Gubbio – dove occorre ricordare che è stato richiesto al ministero dell’Interno lo spostamento delle elezioni per evitare la sovrapposizione con la corsa dei Ceri del 15 maggio – la sfida nel centrosinistra è a tre: l’attuale prosindaco Maria Cristina Ercoli (Prc), Ubaldo Casoli (Democratici per Gubbio) e Diego Guerrini (Pd). Dall’altra parte Lucio Lupini con la lista civica “Gubbio per noi con noi” incassa l’appoggio di Pdl. C’è pure un’altra lista civica “L’altra Gubbio” che candida Giovanni Vantaggi. Anche ad Assisi si è consumata una battaglia interna al Pd, per la sostanziale mancanza di candidati. Alla fine, Claudia Travicelli, consigliere comunale del Pd, ha perso la sfida alle primarie con Carlo Cianetti, candidato da tempo da movimenti della sinistra. Ora la sfida è con Claudio Ricci, sindaco uscente, e con Giorgio Bartolini, sindaco per due legislature e poi vice sindaco di Ricci che poi lo ha “cacciato” qualche mese fa. Ad Assisi si vive una campagna elettorale molto personale, tra Ricci e Bartolini, per oltre un decennio insieme alla guida della città. Ricci ha coalizzato intorno a sé il centrodestra (Pdl, Lega nord, una lista civica con esponenti usciti dall’Udc). Bartolini ha intorno a sé, oltre ad alcune liste civiche, anche il cosiddetto Terzo polo. In questo contesto Cianetti può tentare di ricompattare il centrosinistra per giungere al ballottaggio. Non è invece ancora definita la situazione negli altri Comuni chiamati al voto. A Nocera Umbra l’attuale sindaco Donatello Tinti trova resistenze interne al Pd, mentre il Pdl ha scelto Giovanni Bontempi. A Bevagna il Pd lancia Annalita Polticchia mentre deve ancora scegliere il centrodestra. A Trevi il centrosinistra candida Bernardino Sperandio mentre il centrodestra oppone Luigi Andreani. Ma è possibile anche una terza lista. Nel Ternano, ad Amelia, il Pd punta sul giovane Riccardo Maraga.

AUTORE: E. Q.

LASCIA UN COMMENTO