“Dico con gioia: prete è bello”

DIOCESI. Ordinazione sacerdotale del giovane Filippo Milli, che ora andrà come vice parroco a San Giustino

Tempo di lettura: 115 secondi

Milli-1“Prete è bello, e posso dirlo con la gioia nel cuore”. Don Filippo Milli, con l’occhio umido e la voce rotta dall’emozione, al termine della celebrazione in cui è stato ordinato sacerdote, domenica 21 giugno, ha salutato con queste parole i tanti fedeli presenti in cattedrale.

La liturgia era presieduta dal vescovo Cancian, che ha concelebrato con mons. Pellegrino Tomaso Ronchi, mons. Nazzareno Marconi e tutto il clero diocesano. L’evento ha rappresentato una grande festa per la Chiesa tifernate, che ha accolto con calore il giovane don Filippo (24 anni), in servizio come vicario parrocchiale a San Giustino, dove già svolgeva il ministero di diacono.

Durante l’omelia il Vescovo ha detto che “Cristo, con il suo amore, vuole cambiare le nostre vite, vuole farci persone nuove, libere dal male”. In seguito, dispensando alcuni consigli a don Filippo e ai presenti, ha ricordato anche quanto sia importante “fidarsi del Signore” e di dedicarsi assiduamente alla preghiera, cercando di “restare con Cristo” e di seguire i suoi insegnamenti.

Ha terminato con due richieste al neo-sacerdote: “Da oggi appartieni a questo presbiterio. Cerca di vivere con il massimo impegno la fraternità sacerdotale, la comunione presbiterale da cui partire per portare il Vangelo a tutti. Infine ti chiedo l’obbedienza, che probabilmente è la cosa più difficile; legato a questa è anche il tuo prossimo servizio pastorale come vice parroco nella comunità di San Giustino”.

Alla stessa comunità di San Giustino sono andati i primi pensieri di don Filippo, che nei ringraziamenti conclusivi ha ricordato, con emozione, anche l’accoglienza e il sostegno dimostratagli da don Gino Capacci, al suo arrivo nella parrocchia sangiustinese.

Don Filippo, infine, al termine della celebrazione, ha colto l’occasione dei tanti giovani presenti in chiesa per proporre una piccola testimonianza del suo percorso verso il sacerdozio e invitare tutti a riflettere su quale sia la propria vocazione. “Non abbiate paura di seguire Gesù – ha affermato. – Se sono qui, lo devo all’amore di Gesù, che è più forte dei nostri peccati… Prendi in mano la tua vita e non avere paura, perché con te c’è il Signore. E anche se sembra chiedere tanto, la Sua ricompensa sarà sempre molto più grande di quanto possiamo immaginare”.

Milli-3Don Filippo celebrerà a Promano, sua parrocchia di provenienza, la sua prima messa domenica prossima, 28 giugno, alle ore 11.30.

 

AUTORE: Francesco Orlandini

LASCIA UN COMMENTO