Don Luciano vescovo di Gubbio. Le immagini del pellegrinaggio e il programma dell’ordinazione

Tempo di lettura: 293 secondi

Comincia nel segno di san Francesco il ministero episcopale di mons. Luciano Paolucci Bedini in quella che è considerata la seconda città del Santo assisano. Non è un caso che il 60° successore del vescovo e patrono di Gubbio, Ubaldo Baldassini, abbia scelto di mettersi in cammino lungo la Via di Francesco, partendo da Assisi per arrivare a piedi nella Città di pietra.

Intanto, perché don Luciano è un grande appassionato di Cammini da sempre, e poi perché è anche un “innamorato” di Francesco d’Assisi che considera un esempio, un riferimento, una sicurezza. Passo dopo passo, nei giorni che precedono la sua ordinazione episcopale e il suo ingresso nella diocesi eugubina come Pastore, lungo il sentiero francescano intende rendere sempre più saldo il suo legame con la Chiesa Sposa, così come l’ha immaginata e descritta fin dal giorno in cui – nel segreto – è stato chiamato a succedere a mons. Mario Ceccobelli. Il cammino sta portando mons. Paolucci Bedini ad ammirare quei luoghi sui quali, oltre otto secoli fa, si è soffermato anche lo sguardo del “santo giullare di Dio”. Allo stesso tempo, lungo l’itinerario, don Luciano incontra persone, fedeli, collaboratori laici, amici vecchi e nuovi. In particolare, i giovani e le famiglie eugubine, che con lui condividono le soste nelle tappe di Valfabbrica e di San Pietro in Vigneto. Nella frenesia dei preparativi di queste ultime settimane, don Luciano ha sentito proprio un bisogno umano e spirituale di prepararsi alla sua ordinazione, con una sorta di “triduo” itinerante di conoscenza, introspezione e preghiera.

Con la preghiera e l’affidamento, il Vescovo eletto inizierà anche l’intensa giornata di domenica 3 dicembre. Proprio di fronte all’urna del patrono Ubaldo, dove si raccoglierà in meditazione solitaria alle prime ore del mattino. Nel corso della mattinata, poi, mons. Paolucci Bedini farà visita al monastero “Buon Gesù e Nostra Signora di Guadalupe” delle Clarisse Cappuccine Sacramentarie, agli anziani della casa di riposo “Mosca” e ai disabili delle case-famiglia eugubine della Comunità di Capodarco dell’Umbria. Il primo pomeriggio, alle ore 15, inizierà con gli impegni istituzionali.

Programma di domenica 3 dicembre

In mattinata, visita al monastero “Buon Gesù e Nostra Signora di Guadalupe” delle Clarisse Cappuccine Sacramentarie, alla casa di riposo “Mosca” e alle case-famiglia eugubine della Comunità di Capodarco dell’Umbria
Ore 15 – Piazza grande: saluto delle autorità
Ore 16 – Chiesa di San Domenico: liturgia dell’ordinazione
Ore 20 – Centro servizi Santo Spirito: momento di fraternità con il nuovo Vescovo.

Mons. Luciano Paolucci Bedini ha espresso il desiderio che eventuali doni dei fedeli per la sua ordinazione episcopale siano devoluti alla Caritas diocesana come contributo per le famiglie bisognose e in difficoltà. Chi intende contribuire può farlo con bonifico bancario o bollettino postale: conto corrente bancario intestato a Diocesi di Gubbio Caritas Iban IT 21 R 0103 0384 8000 0063165776 filiale del Monte dei paschi di Siena di Gubbio conto corrente postale intestato a Caritas diocesana Curia vescovile numero 11186061 Causale: “Ordinazione mons. Paolucci Bedini: contributo famiglie bisognose”.

In Piazza grande – o nella sala trecentesca della residenza municipale in caso di maltempo – ci saranno l’accoglienza, l’incontro e il saluto delle Amministrazioni comunali che ricadono nel territorio diocesano e della altre autorità civili. Un momento che sarà sottolineato anche dall’esibizione degli Sbandieratori di Gubbio che doneranno al nuovo Pastore la bandiera che raffigura il suo stemma episcopale. Gli stessi sbandieratori eugubini apriranno il corteo a piedi che da Piazza grande raggiungerà la chiesa di San Domenico, nel quartiere di San Martino, dove – alle ore 16 – inizierà la solenne celebrazione dell’ordinazione e dell’inizio del ministero pastorale del Vescovo. La Curia diocesana, insieme a mons. Paolucci Bedini, ha valutato a lungo il cerimoniale, le questioni logistiche e organizzative prima di decidere di spostare la liturgia dalla cattedrale a San Domenico, scelta che si è rivelata quasi obbligata quando sono iniziate ad arrivare le conferme della partecipazione di celebranti e di fedeli. Nella grande aula liturgica della chiesa che faceva parte dell’antico complesso domenicano saranno sistemati circa mille posti a sedere per accogliere sia i fedeli eugubini e umbri, sia le centinaia di persone che arriveranno dalle Marche per accompagnare don Luciano nell’insediamento sulla cattedra che fu di sant’Ubaldo.

Leggi la nostra intervista al vescovo.

Leggi la presentazione del Cardinale Edoardo Menichelli e l’augurio che rivolge a mons. Paolucci, sull’edizione digitale de La Voce.

Leggi  la storia della diocesi di Gubbio sull’edizione digitale de La Voce.

La giornata del 3 dicembre in streaming, in tv e alla radio

La Curia diocesana di Gubbio sta organizzando vari servizi di comunicazione per facilitare la partecipazione alla giornata del 3 dicembre anche a chi non potrà essere fisicamente presente a Gubbio o nei luoghi dei momenti istituzionali e liturgici. Sul sito web www.diocesigubbio.it è possibile trovare tutte le informazioni dettagliate e i collegamenti ai vari materiali testi, foto e video – che saranno messi via via a disposizione. Attraverso il sito internet diocesano si potrà accedere anche ai social media (in particolare Youtube e Facebook) che trasmetteranno in diretta o in differita le fasi della giornata dell’ordinazione e dell’inizio del ministero pastorale di mons. Luciano Paolucci Bedini. La diretta, in particolare, sarà garantita a partire dalle ore 15, per l’incontro con le autorità civili in piazza Grande e, dalle ore 16, per la celebrazione solenne da San Domenico. I due principali eventi della giornata saranno trasmessi in diretta anche dall’emittente eugubina Trg , sul canale 11 del digitale terrestre. Diretta televisiva, a partire dalle ore 15,45, anche su Maria Vision , sul canale 602 del digitale terrestre, che oltre all’intera Umbria copre anche il territorio marchigiano e altre regioni italiane. Su Umbria Radio sarà possibile anche seguire la celebrazione in diretta radiofonica. La copertura sui media è coordinata dall’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali (per informazioni: tel. 075 9273791 – email comunicazione@diocesigubbio.it ), in collaborazione con l’ufficio stampa della Conferenza episcopale umbra, Agenzia Press News, Fidoka e altri partner.

 

 

AUTORE: Daniele Morini

LASCIA UN COMMENTO