È in corso ad Assisi il 2° Happening nazionale degli oratori

In occasione della recente presentazione del II Happening degli oratori il card. Bassetti ha parlato di una “nuova primavera”

Tempo di lettura: 198 secondi

happening-OratoriCirca 1.500 giovani degli oratori di tutta Italia si sono dati appuntamento da giovedì 4 a domenica 7 settembre ad Assisi per l’H2O, il 2° Happening degli oratori. Insieme a loro ci sono anche gli animatori da oltre 65 diocesi di 15 regioni d’Italia. Tema dell’evento, organizzato dal Forum degli oratori italiani (Foi), è “LabOratori di comunità”: il programma prevede incontri, gemellaggi, workshop e momenti di festa. Dopo una prima edizione nelle diocesi di Bergamo e Brescia nel 2012, e un incontro per i responsabili a Loreto nel 2013, l’evento di Assisi prevede momenti di scambio, di formazione e di programmazione di iniziative future. Parteciperanno oltre 40 realtà associative che in Italia si occupano a tempo pieno della pastorale oratoriana insieme ai rappresentanti degli uffici della Pastorale giovanile, a cominciare da quello nazionale presso la Cei.

Il card. Gualtiero Bassetti, in occasione della recente presentazione ai Vescovi umbri dell’evento “H2O”, ha parlato di una “nuova primavera” degli oratori, evidenziando quanto da lui rilevato nella visita pastorale alle comunità parrocchiali della sua diocesi: “Ho notato, nelle parrocchie dove ha preso corpo l’attività oratoriale, una maggiore vivacità per l’intera comunità. Oggi l’oratorio è un centro vivo attorno al quale ruotano le attività più importanti di ogni comunità che si rivolge a fanciulli e ragazzi: dalla catechesi all’animazione ricreativa fino a quelle culturali, caritative e missionarie, che sono espressione dell’intera comunità cristiana. L’oratorio ha una sua centralità ed è punto di riferimento per tutti anche a livello sociale. Constato con gioia – ha concluso Bassetti – nella nostra regione lo sviluppo e l’incremento delle attività oratoriali”.

Giovedì 4 settembre gli intervenuti si sono incontrati prima al PalaEventi di Santa Maria degli Angeli e poi a Bastia Umbra. Venerdì 5 i gruppi potranno sperimentare “occasioni di comunità” raggiungendo le 7 diocesi umbre in cui vengono ospitati e dove potranno vivere un’esperienza di condivisione e comunione, coordinati e guidati dai seminaristi del Seminario regionale umbro. Rientrati ad Assisi, a partire dal primo pomeriggio animatori e operatori di oratorio vivranno una sorta di itinerario di esperienze, denominato “Navigatore di comunità”, organizzato e condotto dal Forum oratori italiani, percorrendo le vie della città di Francesco.

Nel percorso è infatti inserita anche la visita guidata della basilica, coordinata e organizzata dal Corso di perfezionamento in progettazione, coordinamento e gestione d’oratorio dell’Università di Perugia. La giornata si concluderà con una fiaccolata a partire dall’abbazia di San Pietro fino alla basilica Superiore di Assisi dove i giovani parteciperanno alla messa, presieduta dal card. Bassetti. Sabato 6 l’Happening vivrà il suo momento assembleare presso il teatro Lyrick: dopo i saluti istituzionali, interverrà il sindaco Claudio Ricci, i partecipanti ascolteranno gli interventi di suor Sara Donata delle Clarisse di Sant’Agnese e di Marco Moschini dell’Università di Perugia. Padre Charly Olivero, missionario argentino, che opera presso la fondazione dell’“Hogar de Cristo”, porterà la sua testimonianza di sacerdote presso questo centro per giovani tossicodipendenti inaugurato nel marzo 2008 da Papa Francesco.

È previsto anche un intervento del card. Bassetti (ore 11.30) che di seguito incontrerà la stampa insieme agli organizzatori. Il pomeriggio sarà dedicato a una serie di workshop per approfondire l’esperienza vissuta per le strade di Assisi. In serata, a partire dalle 21, l’H2O si concentrerà sul tema “Linguaggi di comunità” attraverso lo spettacolo teatrale Chiara di Dio al teatro Lyrick a cura della compagnia teatrale di Carlo Tedeschi. A conclusione gli animatori vivranno un intenso momento di preghiera nel corso dell’adorazione eucaristica presieduta da mons. Domenico Sorrentino.

Domenica 7 verrà presentata la sintesi finale dell’evento sul tema “Talenti di comunità” con la partecipazione di mons. Paolo Giulietti, neo-vescovo titolare di Termine Imerese e ausiliare di Perugia – Città della Pieve, insieme a don Michele Falabretti, responsabile del Servizio di pastorale giovanile della Cei e a don Marco Mori, presidente del Foi. A conclusione la solenne celebrazione eucaristica nella basilica di Santa Maria degli Angeli presieduta da mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto – Norcia e delegato per la pastorale giovanile.

AUTORE: M. A.

LASCIA UN COMMENTO