Benevolenza: la felicità di donare

(da Amoris Letitia nn. 93-94;101-102)

93.Segue la parola chrestèuetai, che è unica in tutta la Bibbia, derivata da chrestòs (persona buona, che mostra la sua bontà nelle azioni). Però, considerata la posizione in cui si trova, in stretto parallelismo con il verbo precedente, ne diventa un complemento. In tal modo Paolo vuole mettere in chiaro che la “pazienza” nominata al primo posto non è un atteggiamento totalmente passivo, bensì è accompagnata da un’attività, da una reazione dinamica e creativa nei confronti degli altri. Indica che l’amore fa del bene agli altri e li promuove. Perciò si traduce come “benevola”.

mostra tutto

 

PREGHIERA

O Signore,
tu ci insegni che l’amore vero
si nutre di fatti,
e non sono di belle parole.
Donami un po’ della tua fantasia creatrice
per inventare forme concrete
di donazione al prossimo,
per stupire le persone che amo
con la gratuità del Tuo amore,
per donare a chi mi sta accanto
un sorriso
che gli ricordi quanto Tu ci ami!

 

VIDEO

Mio Padre è bugiardo
Ci sono bugie che somigliano più ad un’altra narrazione, ad un altro modo di vedere la vita, che non ad un falso.

https://youtu.be/192_gxcrses