Estate all’oratorio, ma non si improvvisa

Tempo di lettura: 169 secondi

TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTA SETTIMANA

Venerdì 22 giugno Perugia e Spello vengono invase da centinaia di ragazzini festosi provenienti dagli oratori e campi estivi delle rispettive diocesi. Una giornata di festa da vivere tutti insieme, nel gioco e nell’allegria. Sono la punta visibile dei 7.000, forse anche 8.000 o più bambini che passeranno parte di questa estate in compagnia nell’oratorio. Alcuni saranno aperti una settimana, la maggior parte quindici giorni e in alcuni casi, non pochi, un mese e più. L’offerta di oratorio estivo negli ultimi anni è cresciuta molto di numero e di qualità, grazie al sostegno delle diocesi che hanno investito molto sull’oratorio quale proposta educativa per i giovani. Una spinta alla loro diffusione è data anche dalla legge regionale sugli oratori e dalla collaborazione con i Comuni che, a fronte di contributi economici (in genere non sufficienti a coprire le spese) assicurano alle famiglie un utile e necessario servizio. Tutta questa attività, però, sarebbe impossibile senza il volontariato di tanti giovani che non si improvvisano educatori ma si preparano seguendo corsi specifici proposti durante l’anno dal servizio regionale di Pastorale giovanile su un tema comune, e dalle stesse diocesi. Gli incontri sono momenti formativi per gli stessi ragazzi e momenti di costruzione di un percorso comune per i giovani umbri.

Gli oratori, campi estivi e grest attivati nelle diocesi umbre

La mappa (non esaustiva) delle proposte estive delle parrocchie.

ASSISI – NOCERA UMBRA – GUALDO TADINO

Bastia, Passaggio Di Bettona, Cannara, Palazzo, Torchiagina, Petrignano Di Assisi, Gualdo Tadino, Sigillo.

CITTÀ DI CASTELLO

Oratorio Oredoro a Trestina, Parrocchia di Madonna del Latte di Città di Castello, Parrocchia di Lerchi, Parrocchia di Cerbara, Parrocchia di San Giustino.

FOLIGNO

Unità pastorali Giovanni Paolo II, Val Topina e Casenuove e Colfiorito; parrocchie Beata Angela, Sant’Eraclio,Borroni, Spello, San Feliciano, Santissimo Nome, Maria Immacolata.

GUBBIO

Padule e Sant’Agostino (Gubbio), Scheggia, Umbertide.

ORVIETO – TODI

Avigliano Umbro, Todi, Acquasparta, Massamartana, Montecastrilli, Ammeto, Orvieto, Ciconia, Orvieto Scalo, Castel Giorgio.

PERUGIA – CITTÀ DELLA PIEVE

Oratori nel comune di Perugia: “La Nuova Fornace” a San Marco, “C’entro” a Ponte San Giovanni, “State buoni se potete” a Castel del Piano, “Giovanni Paolo II” a Prepo, ”Grest cittadino” a San Costanzo, “Santa Maria Regina” a Ponte Valleceppi, “Rosario Trevisani” a Ponte Pattoli, “Madonna Alta”, ”L’astrolabio” a Ponte d’Oddi, “Casaglia”, “Santa Petronilla”, “San Martino” a San Martino, “Sentinelle del mattino” a San SistO, “Don Cesare Farkas” a Monteluce, “Don Bosco” a Cenerente, “Don Dario Pasquini” a Olmo.

Oratori in altri comuni: Oratorio Santa Teresa di Lisieux a Monteleone d’Orvieto, Oratorio O.S.M.A. di Marsciano, Oratorio Santa Bernardetta San Fatucchio, Oratorio di Paciano, Oratorio di Agello, Oratorio Beati Fanciulli di Città della Pieve.

SPOLETO – NORCIA

Oratorio e campus estivi: Sacro Cuore in Spoleto, Alta Maroggia in Spoleto (comprende le parrocchie di S. Martino – S. Niccolò), Santa Maria Assunta in Spoleto, San Giacomo in Spoleto, San Gabriele di Cortaccione, San Pietro extra moenia in Spoleto, San Giovanni in Baiano di Spoleto, Beato Pietro Bonilli in Cannaiola di Trevi, S. Maria Assunta in Arrone, Trevi, San Michele Arcangelo in Bevania, San Bartolomeo in Montefalco; e in tante altre parrocchie della diocesi.

TERNI – NARNI AMELIA

Parrocchie San Giovanni Bosco, San Zenone, Santa Maria della MIsericordia, San Giovanni (dureranno per 5 settimane). Oratorio anche in alcune Parrocchie del narnese e dell’amerino. In altre parrocchie sono oragnizzate attività estive con altre ambientazioni.

AUTORE: Maria Rita Valli

LASCIA UN COMMENTO