Giornata umbra del creato in concomitanza con il pellegrinaggio “Sentiero di Francesco”

Il Sentiero di Francesco e la Giornata del creato

Tempo di lettura: 250 secondi

Pellegrini in cammino sul sentiero francescano nel 2011
Pellegrini in cammino sul sentiero francescano nel 2011

Grazie a Francesco d’Assisi, l’Umbria si conferma ancora una volta come terra dove celebrare la bellezza del creato. La Segreteria generale e l’ufficio per la Pastorale sociale e del lavoro della Cei hanno accettato la proposta avanzata dai vescovi Sorrentino (Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino) e Ceccobelli (Gubbio) di celebrare ad Assisi l’ottava Giornata nazionale per la custodia del creato, in parallelo con l’inizio della quinta edizione del pellegrinaggio a piedi “Il Sentiero di Francesco” da Assisi a Gubbio.

Da sabato 31 agosto a martedì 3 settembre le due città ospiteranno un ricco calendario di eventi promossi dalle due diocesi umbre, in collaborazione con la Chiesa italiana e la Conferenza episcopale umbra, con Ordini religiosi e santuari francescani, Regione Umbria, enti e amministrazioni locali, associazioni e mondo del volontariato, sponsor e partner privati.

Il tema portante degli eventi sarà ispirato al messaggio ufficiale per la Giornata, La famiglia educa alla custodia del creato, nel quale i Vescovi riprendono le parole di Papa Francesco, che ha esortato più volte, fin dall’inizio del suo pontificato, a “coltivare e custodire il creato: è un’indicazione di Dio data non solo all’inizio della storia, ma a ciascuno di noi; è parte del Suo progetto; vuol dire far crescere il mondo con responsabilità, trasformarlo perché sia un giardino, un luogo abitabile per tutti… Il ‘coltivare e custodire’ non comprende solo il rapporto tra noi e l’ambiente, tra l’uomo e il creato, riguarda anche i rapporti umani”.

“Come la famiglia può diventare una scuola per la custodia del creato e la pratica di questo valore?”, chiede il Documento preparatorio per la 47a Settimana sociale, che si svolgerà dal 12 al 15 settembre a Torino. Avendo a cuore la pastorale sociale e l’ecumenismo, i Vescovi indicano tre prospettive da sviluppare nelle nostre comunità: la “cultura della custodia” che si apprende in famiglia si fonda, infatti, sulla gratuità, sulla reciprocità, sulla riparazione del male.

I temi teologici e pastorali, accanto a quelli tecnico-scientifici, saranno sviluppati nell’ambito di un convegno fissato per sabato 31 agosto al Sacro Convento di Assisi. Nella sessione mattutina, il tema al centro del dibattito sarà “Custodire e coltivare il creato per costruire un futuro sostenibile”. Nel pomeriggio, invece, si parlerà di “Educare alla custodia del creato sull’esempio di san Francesco d’Assisi”.

Il 1° settembre, nella data della Giornata per la custodia del creato, il complesso della Curia vescovile e accanto Santa Maria Maggiore, luoghi della spoliazione di Francesco e della rinuncia ai beni di famiglia, ospiteranno l’accoglienza dei pellegrini che si metteranno in cammino sul Sentiero e dei convegnisti che partecipano alla Giornata del creato. Una serie di testimonianze di “riconciliazione” con la natura e con le creature che la abitano e poi la messa alle ore 11, trasmessa in diretta su Rai Uno. Al termine della celebrazione, la partenza del cammino verso Gubbio, attraverso l’itinerario che tocca Valfabbrica, Caprignone, San Pietro in Vigneto e Vallingegno.

A conclusione del pellegrinaggio “Il Sentiero di Francesco”, all’arrivo a Gubbio, sarà conferito il premio internazionale “Lupo di Gubbio” per la riconciliazione, assegnato a personaggi o associazioni che si siano distinte per episodi o percorsi di riconciliazione. Il tutto nell’ambito di una serata di musica, testimonianze, storie e spettacolo.

Quest’anno, grazie al coinvolgimento dell’associazione Greenaccord e al sostegno del consorzio “Umbria & Francesco’s Way”, in cammino da Assisi a Gubbio ci saranno anche una ventina di giornalisti di testate nazionali, inviati ed esperti di ambiente, natura e cammini spirituali.

Il programma

SABATO 31 AGOSTO

Ore 8.30 Rivotorto di Assisi, partenza della Cavalcata di Satriano
Ore 10 Assisi, Sacro Convento, apertura dell’8a Giornata nazionale del creato convegno “Custodire il creato per un futuro sostenibile”, sessioni scientifiche
Ore 15 Assisi, Sacro Convento convegno “Custodire il creato per un futuro sostenibile”, sessioni teologiche
Ore 21 Assisi, basilica inferiore di San Francesco, veglia di preghiera sulla tomba di san Francesco

DOMENICA 1° SETTEMBRE

Ore 9.30 Assisi, piazza del Vescovado e chiesa di Santa Maria Maggiore, storie e testimonianze nei luoghi della “spoliazione” di Francesco
Ore 10.30 trasmissione A Sua Immagine (Rai Uno) da studio con filmati dedicati ad Assisi e Gubbio
Ore 11 Assisi, chiesa di Santa Maria Maggiore, messa in diretta su Rai Uno presieduta da mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino
Ore 12.45 Assisi, basilica inferiore di San Francesco, momento di preghiera e benedizione dei pellegrini in partenza per il cammino “Il Sentiero di Francesco”
Ore 15.30 Assisi, Sacro Convento (chiostro dei Novizi), spettacolo su san Francesco “custode del creato”
Ore 18 Assisi, piazza inferiore basilica di San Francesco, chiusura ufficiale dell’8a Giornata nazionale del creato, con arrivo del corteo dei Cavalieri di Satriano e saluto delle autorità civili e religiose
Ore 18 Valfabbrica, arrivo dei pellegrini

LUNEDÌ 2 E MARTEDÌ 3 SETTEMBRE

Valfabbrica e Gubbio, il pellegrinaggio prosegue sul Sentiero di Francesco concludendosi con la messa (ore 18 Gubbio, chiesa di San Francesco) e la serata finale a Gubbio. Per il programma completo del pellegrinaggio: www.ilsentierodifrancesco.it.

AUTORE: Daniele Morini

LASCIA UN COMMENTO