Gli 85 anni di Quincy Jones a Uj

Tempo di lettura: 164 secondi

All’Arena Santa Giuliana Umbria jazz festeggerà gli 85 anni di Quincy Jones con uno spettacolo il 13 luglio (ore 21). Sarà una grande festa di compleanno con la quale la kermesse musicale perugina darà il via all’intero programma, che per questa 45a edizione si preannuncia speciale per la qualità delle proposte e la presenza di grandi artisti.

Sul palco dell’Arena, presentati dallo stesso Jones, si alterneranno grandi artisti che in passato hanno lavorato con lui: Dee Dee Bridgewater, Noah, Gil Dor, Patti Austin, i Take 6, Ivan Lin, Alfredo Rodriguez e Pedrito Martinez. Ospite speciale Paolo Fresu. Insieme a loro, con gli arrangiamenti originali di Jones, la Umbria jazz orchestra diretta da John Clayton con Nathan East& Harvey Mason. Trombettista jazz, polistrumentista, compositore, arrangiatore, produttore, direttore musicale, autore di colonne sonore per cinema, teatro e televisione, titolare o responsabile di case discografiche, attore.

Tanti i ruoli ricoperti dal grande artista in più di settant’anni di carriera nello show business, nonché i riconoscimenti ricevuti. Ha prodotto lui il disco più venduto della storia, il famoso Thriller di Michael Jackson. Dopo gli esordi come jazzman, nel corso degli anni i suoi orizzonti musicali si sono ampliati esplorando dal suo punto di vista pop l’hip hop, il soul, la musica africana e brasiliana e la musica classica, creando ibridi che sfuggono a qualsiasi limitazione di genere.

Fino al 22 luglio il programma di questa 25 edizione di Uj promette grandi nomi uniti a grandi vocalità. Novità di quest’anno la presentazione, il pomeriggio (ore 17) del 13 luglio, al Teatro Morlacchi, di un concerto multimediale, “I Caraviaggianti”, ideazione e musiche composte da Rita Marcotulli (già sold out). Sabato 14 alle 17, all’arena del Santa Giuliana ci sarà il grande pianista Andrea Pozza, (un secondo concerto lo terrà domenica 15 alla stessa ora); alle ore 21 Gilberto Gil proporrà un disco dedicato alle favelas, soprattutto metropolitane, con “Refavela 40”, dal disco che Gil incise nel 1977 dopo aver partecipato al festival di musica africana di Lagos, Nigeria.

Domenica 15 alle ore 21 sempre all’Arena Caetano Veloso porta sul palco i suoi tre figli, tutti musicisti di valore con il tour Ofertorio.

Come ogni anno il programma di Uj 2018 propone la solita formula con i concerti gratuiti in piazza IV Novembre, a partire dalle ore 19 e quelli ai Giardini Carducci dalle 13 alle 1 di notte. Sempre graditi per il loro ritmo coinvolgente le street parade dei Funk Off nel centro storico di Perugia: quest’anno presenteranno il nuovo cd It’s ok. Tornano i concerti alla Sala Podiani della Galleria nazionale dell’Umbria, ogni giorno alle ore 12 e quelli al Teatro Morlacchi, del pomeriggio, serali e “round midnight”. Un capitolo importante anche quest’anno è rappresentato dalle Clinics tenute in collaborazione con il Berklee College of music di Boston.

Proseguendo nel programma venerdì 20, sempre al Santa Giuliana, concerto di David Byrne: fondatore della band di culto Talking Heads, avventura oggi chiusa, è musicista, produttore discografico, regista, autore, dal talento multiforme. Sabato 21 torna per l’edizione dei 45 anni Mario Biondi, uno dei beniamini del pubblico di Umbria jazz, soprattutto per quella voce baritonale che lo ha fatto soprannominare il “Barry White italiano”.

Domenica 22 si chiude con Gregory Porter che, dal vivo, presenterà il suo omaggio a Nat King Cole, insieme alla Umbria jazz orchestra arrangiata e diretta da Vince Mendoza.

Manuela Acito

LASCIA UN COMMENTO