Gualdo si mobilita per il Giro

Tempo di lettura: 144 secondi

Quando mai un’occasione come questa a livello di visibilità, specialmente per Gualdo Tadino? Il 101° Giro d’Italia, partito da Israele lo scorso 4 maggio nel nome di Gino Bartali, “Giusto fra le nazioni” per la sua impresa eroica svolta fra Firenze e Assisi, sembra essere stato disegnato per la nostra regione, e lo confermano la miriade di iniziative organizzate da dicembre in poi per assicurare una grande partecipazione popolare – e anche turistica – all’evento.

Certo, Assisi gode già di una visibilità internazionale di notevole spessore, mentre è proprio Gualdo Tadino, città un tempo industriale, oggi devastata da una crisi durissima, che ha messo in campo tutte le sue speranze per scoprirsi città turistica.

LE TAPPE UMBRE Il 15 e 16 maggio

Il Giro d’Italia, ormai leggendaria competizione ciclistica giunta alla 101a edizione, quest’anno bacerà la nostra diocesi, in quanto la decima tappa, il 15 maggio , si concluderà a Gualdo Tadino, provenendo dall’Abruzzo, mentre l’undicesima partirà da Assisi, il 16 maggio , per concludersi ad Osimo. Si tratta di un’occasione unica non solo a livello di visibilità internazionale, ma anche di promozione turistica. Ecco il motivo per cui, nelle due città, da mesi fervono i preparativi, mentre le due giornate si avvicinano.

Sin dal mese di dicembre, in maniera sistematica, il comitato organizzatore (come preannunciato nella conferenza di presentazione dello scorso 5 dicembre, onorata dalla presenza di Gioia Bartali, nipote del grande Gino) ha coinvolto tutte le fasce della popolazione locale in iniziative di sensibilizzazione e di promozione di ogni genere.

Si sono viste mostre, come quella dedicata al grande Adolfo Leoni, convegni dedicati allo sport e alla riabilitazione sportiva, ma soprattutto allegre pedalate, che hanno coinvolto ogni fascia d’età. Particolarmente riuscita la pedalata “Biciscuola”, del- lo scorso 21 aprile, la “pedalata rosa” dello scorso 5 maggio e la notte rosa, sempre del 5 maggio. Altre iniziative hanno unito idealmente Gualdo Tadino e Assisi, come “La via di Francesco per Gerusalemme”, una camminata a piedi da Assisi fino al porto di Ancona e da qui fino alla città di Gerusalemme, il cui legame con Assisi è ben evidente anche dal logo coniato per celebrare la giornata del 16 maggio, con la scritta in ebraico “Assisi città della pace”.

E anche ad Assisi, da metà marzo, sono state realizzate oltre venti iniziative, dall’omaggio a Gino Bartali del 25 marzo, alla “Pasquetta rosa in bicicletta” del 2 aprile, l’Appennino Bike Tour del 7 aprile, la “Strasubasio” del 15 aprile, la conferenza delle città italiane gemellate con Betlemme del 21 aprile, la “cicloturistica Assisi-Gualdo” del 25 aprile le gare giovanili del 29 aprile.

Ma altre iniziative sono previste anche in questi pochi giorni prima del passaggio del Giro. A Gualdo Tadino, grande mobilitazione per il 14 maggio, giorno del Valsorda Day, con l’ascesa lungo la provinciale di Valsorda, completamente chiusa al traffico, con il tentativo dell’atleta disabile Luca Panichi di battere il record di ascesa da Gualdo Tadino a Valsorda in carrozzella.

 

AUTORE: Pierluigi Gioia

LASCIA UN COMMENTO