Sarà un’esperienza di Chiesa

DIOCESI. Gubbio sarà sede della Settimana liturgica nazionale 2016

Tempo di lettura: 116 secondi

Una celebrazione nella cattedrale di Gubbio
Una celebrazione nella cattedrale di Gubbio

Qualche indiscrezione era emersa nelle settimane passate, ma la notizia ufficiale è giunta solo domenica 30 agosto, quando mons. Alceste Catella, presidente del Centro di azione liturgica (Cal), concludendo la 66a Settimana liturgica nazionale a Bari, ha annunciato che la città di Gubbio era stata scelta quale sede della 67a Settimana.

Mons. Mario Ceccobelli a nome della diocesi aveva presentato la candidatura anche come occasione per sottolineare l’importante centenario che si vivrà nel 2016: i 1600 anni della promulgazione della lettera che papa Innocenzo inviò al vescovo di Gubbio Decenzio il 19 marzo 416. Ad appena un secolo dall’Editto di Costantino (313), la Chiesa eugubina in un documento ufficiale – come ricorda il direttore dell’ufficio Beni culturali Paolo Salciarini – viene riconosciuta completa nella sua organizzazione fondamentale: cattedrale ed episcopio, clero e giovani che si preparano all’Ordine sacro, parrocchie e chiese anche in campagna.

“Cerca – raccomandava il Papa – di dirigere bene la tua Chiesa e di istruire convenientemente i nostri chierici, che sotto la tua guida e nella tua stessa dimora si esercitano nell’apprendimento dei divini offici”.

Una lettera rilevante, dal momento che le indicazioni fornite da Innocenzo a Decenzio furono poi accolte dalla Chiesa universale. La 67a Settimana si terrà nell’ultima settimana di agosto 2016, ma la macchina organizzativa si è già attivata sotto la guida di don Matteo Monfrinotti, il quale, presentando l’evento alla riunione plenaria degli uffici di Curia convocata dal Vescovo lo scorso 31 agosto, ha sottolineato: “Questo appuntamento, offerto ogni anno dal Centro di azione liturgica, prima ancora che un’occasione di formazione e di spiritualità, è un’esperienza di Chiesa. I lavori della Settimana, infatti, vedranno riuniti un considerevole numero di laici, operatori pastorali, rappresentanti delle diocesi e degli istituti religiosi di tutt’Italia, con la partecipazione di personalità di spicco nel campo degli studi liturgici e teologici”.

Il tema e le date della 67a Settimana verranno comunicati nelle prossime settimane, non appena il Comitato preparatorio per le celebrazioni del 16° centenario e il Cal avranno stabilito il programma dell’iniziativa. Mons. Ceccobelli appena ricevuto la notizia – in diretta, visto che don Matteo si trovava a Bari insieme agli oltre mille partecipanti – ha provveduto a scrivere a mons. Catella per manifestare tutta la sua gratitudine al Cal per aver scelto la diocesi a lui affidata.

AUTORE: M. M.

LASCIA UN COMMENTO