I volti della nuova Giunta di Foligno

Tempo di lettura: 101 secondi

 

 

nuova-giunta-foligno-comuneSette assessori, sei del Partito democratico e uno dei Socialisti riformisti, formano la seconda Giunta Mismetti di Foligno.

Rita Barbetti è il vice-sindaco con deleghe alla cultura, scuola, alta formazione. Graziano Angeli: assessore ai lavori pubblici, rapporti con la società Quadrilatero (costruisce la nuova statale Val di Chienti), impiantistica sportiva, politiche ambientali, rapporti con i centri frazionali e territorio montano. Giovanni Patriarchi: deleghe al turismo, sviluppo economico, agricoltura e piano di sviluppo rurale, piano urbanistico del centro storico, fondi europei, rapporti con il Consiglio comunale.

Elia Sisigmondi, unico uscente riconfermato: assessore al bilancio, patrimonio, tributi, edilizia residenziale e pubblica, piano città, rapporti con le società partecipate, semplificazione. Silvia Stancati: deleghe al personale, politiche di genere, servizi demografici e rapporti con il cittadino, cooperazione internazionale. Maura Franquillo: assessore alle politiche sociali, iniziative per la pace, la memoria e la tutela degli animali. Emiliano Belmonte è l’unico assessore non del Pd: deleghe all’edilizia privata, al completamento della ricostruzione, mobilità, protezione civile, alle politiche per il risparmio energetico, rapporti con il centro storico.

Una Giunta giovane e con tre donne, quella scelta dal sindaco Nando Mismetti; una Giunta monocolore, espressione del voto dei cittadini. Restano fuori Rifondazione comunista, Movimento per Foligno e Foligno Soprattutto. Da quest’ultima lista civica proviene, però, il consigliere comunale Enrico Tortolini, al quale Mismetti assegna la delega fuori della Giunta. Il Sindaco tiene per sé le deleghe all’urbanistica, sport, Polizia municipale, sanità, legale, gemellaggi, organizzazione.

È una sostanziosa fetta di amministrazione comunale che Mismetti vuole controllare di persona, specie il settore delle costruzioni urbane che ridisegneranno il profilo della città, come l’ex-Zuccherificio, l’ex-Sansificio, l’ex-Foro Boario. Come promesso in campagna elettorale, il Sindaco ha chiamato altri cittadini per incarichi speciali: Alessio Miliani (è anche assessore a Castel Ritaldi) e Silvia Vagaggini per il lavoro; Lucia Coco per le nuove povertà e la qualità della vita; Pierluigi Mingarelli per l’erigendo Parco delle Scienze. Ancora imprecisate, invece, le personalità di rilievo nazionale che dovrebbero offrire contributi su sviluppo economico, cultura e turismo.

AUTORE: Giancarlo Antonelli

LASCIA UN COMMENTO