In cammino con Facondino

GUALDO TADINO. Le celebrazioni per il terzo patrono della città, con la suggestiva “Via crucis più lunga d’Europa”

Tempo di lettura: 116 secondi

Pellegrini lungo la “Via crucis più lunga d’Europa”
Pellegrini lungo la “Via crucis più lunga d’Europa”

Era il vescovo-eremita dell’antica città di Tadinum; fu patrono della diocesi di Nocera-Gualdo fino al 1984, anno dell’aggregazione con quella di Assisi e, oggi, è a furor di popolo, il terzo patrono della città di Gualdo Tadino.

Stiamo parlando di san Facondino, i cui festeggiamenti partiranno domenica 23 agosto con la “Via crucis più lunga d’Europa”, giunta ormai all’ottava edizione, con la quale si vuole letteralmente rifare il percorso che, secondo la tradizione, il Santo ripeteva ogni notte per andare a pregare sulle cime appenniniche in gran segreto.

La Via crucis, insomma, è un’autentica scalata, che unisce i valori dello spirito al benessere che – come sapevano bene gli eremiti medievali – proviene da una costante attività fisica.

Il percorso, scandito in 14 stazioni, segnalate da edicole di legno con insegne metalliche, parte dalla chiesa di San Facondino, poco a nord di Gualdo Tadino, a 479 m sul livello del mare; prosegue lungo il versante appenninico, seguendo la “strada dei santi”, e giunge, infine, all’eremo del Serrasanta, a 1.348 metri di quota, dove pregarono, fra gli altri, san Romualdo e san Francesco.

Un itinerario di 6,75 km, con 869 metri di dislivello, con una pendenza media del 12,8%; non una passeggiata, ma il modo migliore di mettersi nei panni di san Facondino. In punti prestabiliti del percorso, gli organizzatori hanno previsto dei punti di rifornimento per acqua, bevande fresche e cibo, in collaborazione con la sezione di Protezione civile e del comitato della Croce rossa di Gualdo Tadino.

La partenza è fissata per le ore 7.15 del mattino e la salita non dura, solitamente, più di tre ore e mezza. Alle ore 12, presso l’eremo del Serrasanta – la chiesa più elevata della provincia di Perugia – è prevista la messa, mentre, subito dopo, per chi si sarà prenotato (tel. 075 9140089), è previsto il pranzo presso il salone dell’eremo.

Con la Via crucis si apriranno i festeggiamenti per san Facondino, la cui festa, che cade il 28 agosto, è fissata quest’anno a domenica 30 agosto presso l’omonima pieve, 3 km a nord di Gualdo Tadino. La solenne concelebrazione eucaristica delle 11.15 è preceduta dall’ancora più solenne veglia, con successiva eucarestia, che si terrà alla mezzanotte di sabato 29 agosto, al termine della quale verrà distribuito ai presenti il “pan Facondino”, tradizionale pane alle olive.

 

AUTORE: Pierluigi Gioia

LASCIA UN COMMENTO