La diocesi in Assemblea

I lavori post-sinodali sono in corso tra ieri e oggi (venerdì). L’intervento del vescovo Sorrentino

Tempo di lettura: 109 secondi

Assemblea diocesana (foto di archivio)
Assemblea diocesana (foto di archivio)

Si svolge in questi giorni l’Assemblea diocesana di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino. È un momento importante di verifica e di approfondimenti per la Chiesa assisana, che ha, fra gli altri, l’obiettivo di prendere maggior consapevolezza pastorale.

In questi ultimi anni, con la presenza di Papa Francesco, la Chiesa universale sta respirando il vento di una nuova giovinezza. È un soffio forte dello Spirito, che invita a una rinnovata conversione pastorale, che porta a passare da una Chiesa centrata su se stessa a una Chiesa al servizio del Dio.

La Chiesa “oasi di misericordia” nella “casa comune del mondo” è il tema di questa Assemblea diocesana, che ha luogo presso la Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli nei pomeriggi (ore 16.30) di giovedì 10 e venerdì 11 settembre.

Nella giornata di apertura l’intervento di mons. Vittorio Viola, vescovo di Tortona, sulla bolla di indizione del Giubileo, Misericordiae vultus. Interventi in aula con la conclusione e la celebrazione dei vespri nella basilica di Santa Maria degli Angeli.

Venerdì 11, sempre con inizio alle ore 16.30, sono previsti due interventi in aula moderati da Stefania Proietti. Intervengono don Adriano Sella, coordinatore nazionale di “Nuovi stili di vita”, e padre Giulio Albanese, membro del Comitato Cei per gli interventi caritativi a favore del Terzo mondo. Anche nella seconda giornata agli interventi in aula seguono le conclusioni del vescovo mons. Domenico Sorrentino e la celebrazione dei vespri.

L’Assemblea è un appuntamento aperto a tutti ed è rivolto in particolare a sacerdoti, diaconi, religiosi e religiose, a coloro che hanno ricevuto un ministero, coloro che fanno parte dei Consigli pastorali e che hanno messo a disposizione della comunità i loro carismi, diventati servizi preziosi per l’edificazione della Chiesa.

Il Vescovo invita a una nuova primavera dello Spirito, radicata sui santi predecessori e scaturita da pastori coraggiosi e instancabili, lanciando un grido di speranza: “È giunto il tempo di correre! È l’ora di grande rinnovamento. È il tempo di passare da una Chiesa gioiosa e missionaria, che ha vissuto il Sinodo, alla sinodalità, ossia, alla necessità di un cammino unico”. Domenica 20 settembre alle 16.30, presso la cattedrale di San Rufino in Assisi, verrà consegnato il piano pastorale.

AUTORE: Marta Ginettelli

LASCIA UN COMMENTO