La fede sul grande schermo

ANNO DELLA FEDE. Rassegna nazionale promossa da Acec e dal Progetto culturale Cei

Tempo di lettura: 118 secondi

Lo stand dell’Acec alla 67a mostra del Cinema di Venezia nel 2010
Lo stand dell’Acec alla 67a mostra del Cinema di Venezia nel 2010

“Il senso della fede. Cinema, teatro, cultura” è il tema della rassegna nazionale promossa dall’Associazione cattolica esercenti cinema (Acec), dal Servizio nazionale per il Progetto culturale e dal Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa italiana della Cei, e che trae spunto dall’Anno della fede in corso.

La manifestazione si svolgerà da aprile fino al 15 giugno in una cinquantina di sale della comunità dislocate in tutta Italia, in date diverse, con un cartellone di film, spettacoli teatrali, concerti e tavole rotonde per scoprire come la produzione artistica contemporanea affronti un tema tanto complesso e ricco di domande esistenziali, anche laiche, come quello della fede. Tra le sale scelte in Umbria c’è l’“Astra” di Gubbio.

Gli spettacoli, cinematografici e non, che verranno proposti in queste sale prenderanno spunto dal volume pubblicato dall’Acec La fede nel cinema di oggi. Inquietudini e speranze in 14 film, che avvicina titoli recenti, forti, diversi per stile e temi, ma accomunati dalla ricerca di un significato nella vita. Tra essi, Corpo celeste di Alice Rohrwacher, Maternity Blues di Fabrizio Cattani, Il villaggio di cartone di Ermanno Olmi, Uomini di Dio di Xavier Beauvois, Lourdes di Jessica Hausner, Il cammino per Santiago di Emilio Estevez, Pietà di Kim Ki-duk.

E in particolare L’Amore inatteso di Anne Giafferi, con Eric Caravaca, Arly Jover, Benjamin Biolay, già distribuito in esclusiva nazionale il 21 marzo da Microcinema nelle sale Acec. Qui il tema della spiritualità viene affrontato con la leggerezza e l’ironia della vita di tutti i giorni. “È un film – afferma la regista Anne Giafferi – che gioca con i cliché e i pregiudizi di cui la Chiesa cattolica è spesso oggetto. Si ride garbatamente dei credenti, ma anche di chi ha pregiudizi sulla religione. Certo, il film parla di spiritualità, di ricerca del senso della vita, ma questi temi sono trattati con leggerezza, ironia e senza proselitismo”.

Utile supporto all’iniziativa potrà essere il volume La fede nel cinema di oggi. La vita in 14 film, curato dall’Acec e pubblicato con la casa editrice Effatà.

L’iniziativa culturale, giunta alla sua nona edizione, prevede la proiezione di un ciclo di almeno 2 film e/o uno spettacolo teatrale/musicale e lo svolgimento di una tavola rotonda sul tema della manifestazione.

LASCIA UN COMMENTO