Contro la povertà, le Regioni collaborano poco con la Caritas

Tempo di lettura: 21 secondi

Dal settembre 2016 è all’opera il “Sostegno alla inclusione attiva” (Sia), a favore delle famiglie in condizioni di povertà assoluta. A partire dal gennaio 2018 entrerà in azione, al posto del Sia, il “Reddito di inclusione”. Entrambe le misure prevedono un sostegno economico accompagnato da un progetto di inclusione personalizzato, con una serie di impegni per il nucleo familiare che vi aderisce.

Leggi l’articolo completo sull’edizione digitale de La Voce

AUTORE: Pierluigi Grasselli

LASCIA UN COMMENTO