Se apprezzi il nostro lavoro Ti chiediamo di sostenerci abbonandoti a La Voce.


Il progetto a cura di Vittorio Sgarbi voluto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia si è arricchito di altre opere provenienti dalla Collezione di Mario Rimoldi esposta a Cortina d’Ampezzo

“Le Regole alle Logge”, 7 nuovi dipinti per la mostra di Gubbio


Mostra-Sironi,-De-Chirico,-Depero-a-GubbioSette nuove opere che si affiancano alle 37 già in mostra. Si è impreziosita con nuovi prestigiosi dipinti la mostra “De Chirico, Sironi, Depero. Le Regole alle Logge” allestita presso le Logge dei Tiratori della Lana di Gubbio dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e dalla Fondazione CariPerugia Arte.

Il percorso espositivo a cura di Vittorio Sgarbi in corso fino al 5 novembrecomprende una selezione di opere provenienti dalla Casa delle Regole di Cortina d’Ampezzo, dove è esposta la raccolta di Mario Rimoldi, collezionista e mecenate che nell’arco della sua vita ha creato una collezione paragonabile a quelle dei grandi musei italiani, europei e americani.

A firma di Giorgio De Chirico, già presente in mostra con altre due opere, è arrivato anche “Nudo coricato”, mentre la produzione di Filippo de Pisis, di cui erano già esposti altri 4 dipinti, si arricchisce con “Soldatino francese”, una delle opere più importanti dell’intera collezione.

Fanno invece ingresso per la prima volta in mostra artisti come Renato Guttuso con “Pergolato di limoni”, Ibrahim Kodra con “Figura”, Bruno Saetti con “Ragazze intorno alla spinetta” e Juti Ravenna con il dipinto “Paesaggio invernale”, tela che sul retro ritrae una “Figura di donna”. Nell’elenco dei nuovi ingressi c’è anche “Il collezionista” – dipinto che ritrae proprio Mario Rimoldi – di Renato Balsamo, artista particolarmente caro a Vittorio Sgarbi perché, come scritto dal critico d’arte nella prefazione del catalogo della mostra, “a lui devo, oltre e con il mio, il ritratto vivo e parlante di mia madre, giovane e turbata, in un pensiero inquieto che nessuno, come lui, ha colto. Ed era la sua anima”.

“Con queste nuove opere la mostra si rafforza ulteriormente. Siamo molto orgogliosi – ha commentato il Presidente della Fondazione CariPerugia Arte, Giuseppe Depretis – di aver portato in Umbria, grazie alla sinergia con la Casa delle Regole di Cortina d’Ampezzo, un patrimonio artistico rappresentativo dell’arte italiana del Novecento che merita di essere conosciuto da cittadini e turisti. Si tratta di un progetto particolarmente significativo anche perché segna la restituzione delle Logge dei Tiratori alla città, dopo i lavori di recupero finanziati dalla Fonazione Cassa di Risparmio di Perugia”.

Oltre a quelle degli artisti citati il percorso espositivo, che resterà aperto fino al prossimo 5 novembre, ospita opere di Mario Sironi, Massimo Campigli, Anton Zoran Music, Ottone Rosai, Tullio Garbari, Gino Severini, Arturo Tosi, Virgilio Guidi, Felice Carena, Umberto Moggioli, Pio Semeghini, Guido Cadorin e Fortunato Depero.

Orari di apertura: martedì-venerdì dalle 15.00 alle 18.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00

Info e prenotazioni: loggedeitiratori@fondazionecariperugiaarte.it



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

I tag HTML non sono ammessi