Lettura “guidata” della Laudato si’

Foligno. Progetto “Cittadini del mondo”: prima conferenza di formazione. Successo del dialogo tra mons. Gualtiero Sigismondi ed il prof. Fausto Gentili

Tempo di lettura: 112 secondi

Un momento del convegno
Un momento del convegno

“Sono felice di leggere questa enciclica in una scuola, insieme a voi”. Così ha esordito mons. Gualtiero Sigismondi il 15 ottobre scorso in apertura della I conferenza di formazione nell’ambito del progetto “Cittadini del mondo”, prima di iniziare il suo intervento di lettura “guidata” dell’ultima enciclica di Papa Bergoglio Laudato si’. Il liceo scientifico Marconi ha offerto la sede e ha collaborato alla presentazione ufficiale del Progetto anche con la produzione di immagini.

Il progetto “Cittadini del mondo” coinvolge sempre vari ambienti, non ultima la cittadinanza che ha partecipato con entusiasmo affollando l’aula magna di via Cairoli. Il percorso tracciato dal Vescovo è stato ricco di citazioni, dalla Populorum Progressio di Paolo VI alla Rerum Novarum di Leone XIII, la prima enciclica sociale, citata anche dall’altro relatore, Fausto Gentili, che da un versante filosofico e laico ha ripercorso le varie tappe del documento ammettendo la sua “commozione di non credente” nel leggere alcuni passi dell’enciclica. Gentili, già docente del liceo classico Frezzi e oggi coordinatore regionale di Sel, si è detto anche meravigliato della scarsa attenzione riservata alla Laudato si’ da parte dei media.

Le due “esegesi”, sviluppate ad altissimi livelli da due osservatori diversi, alla fine si sono incontrate in una contestualizzazione dell’enciclica che ha avuto il sapore del sociale, calata nel mondo del lavoro, dell’economia, della giustizia sociale, della pace, della lotta al fanatismo religioso, dell’imprenditoria. Il tutto senza cedimenti, sostenuto e sollecitato da tantissime domande alle quali i due relatori hanno puntualmente risposto.

Al primo dei cinque appuntamenti programmati per questa edizione sono intervenuti anche mons. Luigi Filippucci, ideatore del progetto, che ha ripercorso la storia di “Cittadini del mondo” dalle prime edizioni, Anacleto Antonini, che ne ha illustrato gli obiettivi, Ivana Donati da sempre nello staff e la dirigente scolastica Maria Paola Sebastiani che ha coordinato l’incontro. Suo anche l’intervento di commento alle slide che hanno commosso la platea.

Si registra quindi grande soddisfazione dopo questa prima conferenza di “Cittadini del mondo”, che raccoglie i consensi anche della popolazione scolastica che ha partecipato ai viaggi legati al Progetto: Bruxelles in passato, Lampedusa nel settembre scorso tra gemellaggi e visite istituzionali.

AUTORE: Claudio Cucciarelli

LASCIA UN COMMENTO