L’in-Canto delle creature

DIOCESI. Si moltiplicano le iniziative di approfondimento della “Laudato si’”

Tempo di lettura: 151 secondi

Il vescovo Ceccobelli (in primo piano con il cappellino) ed altri partecipanti in partenza per la marcia Assisi-Gubbio
Il vescovo Ceccobelli (in primo piano con il cappellino) ed altri partecipanti in partenza per la marcia Assisi-Gubbio

Il nuovo corso ecologista inaugurato da Papa Francesco piace e ispira una nutrita serie di iniziative. Si è iniziato martedì scorso, 1° settembre, con la partenza da Assisi della marcia “Il sentiero di Francesco”, organizzata dalla diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino in collaborazione con quella di Gubbio.

Prima tappa dei pellegrini in cammino è stata l’abbazia di Santa Maria Assunta a Valfabbrica, dove, dopo i vespri pomeridiani, il vescovo mons. Domenico Sorrentino ha presentato ufficialmente al pubblico Laudato si’.

Dal Cantico di frate sole all’enciclica di Papa Francesco, la sua ultima fatica editoriale, nella quale sostiene la tesi che il problema della custodia del creato non potrà avere una soluzione efficace senza la “dimensione spirituale” del problema, che è appunto la chiave di lettura cristiana offerta dall’enciclica.

La marcia, quindi, guidata dal vescovo eugubino mons. Mario Ceccobelli, si è avvicinata pian piano a Gubbio, dove si è conclusa ieri, giovedì 3 settembre. Ma già oggi pomeriggio, 4 settembre, è prevista una nuova iniziativa, anch’essa legata direttamente al testo di Papa Bergoglio.

Alle ore 17.30, presso il santuario della Madonna della Ghea a Purello (Fossato di Vico), il circolo Acli “Ora et labora” di Fossato di Vico organizza una tavola rotonda sulla Laudato si’, che vedrà confrontarsi sulle tematiche ambientali diversi esperti del settore. Dopo l’apertura da parte di Monia Ferracchiato, sindaco di Fossato di Vico, relazioneranno Stefania Proietti, docente dell’Università “Guglielmo Marconi” di Roma, vice presidente della Fondazione “Sorella Natura” e componente del Gruppo custodia del creato della Cei; Giancarlo Pellegrini, docente di Storia moderna presso l’Università di Perugia; Sante Pirrami, presidente del circolo “Ora et labora” e vice presidente provinciale delle Acli; don Raniero Menghini, responsabile diocesano della Pastorale sociale del lavoro e della salvaguardia del creato e, infine, Antonio Pieretti, docente di Filosofia dell’Università di Perugia.

Nemmeno un giorno di pausa e già il 5 settembre, alle ore 16, stavolta a Gualdo Tadino presso la sala della Città della Rocca Flea, avrà luogo un altro convegno organizzato dal Cai e dall’Accademia dei Romiti, sempre sull’enciclica Laudato si’, che vedrà come relatore e come moderatore ancora il prof. Pieretti. Saranno previsti anche interventi del prof. Marco Geri, docente universitario e istruttore nazionale di alpinismo del Cai, e del prof. Marco Moschini, docente universitario e responsabile regionale dell’Agesci.

 

La giornata

Fioccano le iniziative, nella nostra diocesi, in occasione della Giornata per la custodia del creato. Quest’anno, poi, Papa Francesco ha creato un positivo dibattito attorno alle questioni legate all’inquinamento e all’uso delle risorse del pianeta grazie alla sua enciclica Laudato si’. Ben tre iniziative in meno di cinque giorni: la prima, dal 1° al 3 settembre, tra Assisi e Gubbio, con la marcia “Il sentiero di Francesco”; la seconda a Fossato di Vico con un convegno sulla Laudato si’ il 4 settembre e la terza, con un altro convegno sulla Laudato si’, stavolta a Gualdo Tadino.

 

AUTORE: Pierluigi Gioia

LASCIA UN COMMENTO