MONS. BASSETTI: “SCELTA PROFETICA”

Tempo di lettura: 62 secondi

“La ricerca del bene comune costituisca sempre il riferimento sicuro per l’impegno dei cattolici nell’azione sociale e politica”. Lo ha detto Benedetto XVI dopo l’Angelus di domenica 17 ottobre. Il Papa ha ricordato la 46a Settimana sociale dei cattolici italiani, che si è chiusa domenica a Reggio Calabria e, ha affermato, “ha tracciato un’agenda di speranza per il futuro del Paese”. I partecipanti alla Settimana hanno potuto ascoltare in diretta tv le parole del Pontefice, arrivate dopo che mons. Arrigo Miglio, presidente del Comitato scientifico e organizzatore, e il suo vice, Luca Diotallevi, avevano tracciato le conclusioni dei lavori. “Vedo una certa profezia della Chiesa italiana nella scelta di Reggio Calabria quale sede della Settimana sociale” ha commentato mons. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia – Città della Pieve e vice presidente della Conferenza episcopale italiana. E ha continuato spiegando che i Vescovi italiani scegliendo il capoluogo calabrese hanno inteso “sottolineare i valori dell’Unità d’Italia e degli italiani”, in un momento in cui la politica italiana sta vivendo per se stessa. Ricordando che “l’obietivo di fondo della politica è il bene comune” mons. Bassetti ha osservato che “se manca questa visione tutto diventa rischioso, anche il federalismo”, buono in se stesso ma “solo se è solidale”.

LASCIA UN COMMENTO