Ospitalità condivisa

UMBERTIDE. Il Centro “Jerry Masslo” festeggia i 10 anni di attività

Tempo di lettura: 125 secondi

Incontro conviviale presso il Centro “Jerry Masslo”
Incontro conviviale presso il Centro “Jerry Masslo”

Tre serate all’insegna dell’incontro, della conoscenza e della festa per i 10 anni della gestione Caritas – Comune del Centro di ascolto e prima accoglienza “Jerry Masslo” di Umbertide.

Si inizia oggi venerdì 16 ottobre, alle 21 al cinema Metropolis con la proiezione del film Là-bas. Educazione criminale di Guido Lombardi, con la presenza in sala di Margherita Bambara, originaria del Burkina Faso, che ha lavorato nel film ed è impegnata da anni nel sostegno degli immigrati della Campania. È la delegata della comunità burkinabé di Roma e dell’Italia meridionale.

In mattinata è prevista la proiezione del film per gli studenti delle scuole superiori, mentre per quelli della scuola primaria viene proposto il film di animazione Ernest & Celestine.

Venerdì 23 ottobre, alle ore 21 al centro parrocchiale di Cristo Risorto incontro con l’associazione “Jerry Masslo” di Casal Principe (Caserta). Nel corso della serata, Salvatore Nappa, scrittore e regista, presenterà il suo libro Aldilà del mare. Ci sarà anche l’esposizione degli abiti prodotti dalla cooperativa sociale “Altri orizzonti”, che ha sede in una struttura di Castel Volturno, confiscata alla camorra.

La conclusione si avrà venerdì 30 ottobre, alle ore 21 nella Biblioteca comunale sul tema “Ospitalità e religione”, con lettura di brani tratti dalla tradizione classica, da quella ebraico-cristiana e musulmana, accompagnata dalla chitarra del maestro Ciro Carbone (in collaborazione con la libreria “Liberpucci”). Ricordiamo che tutti gli eventi della manifestazione sono a ingresso gratuito.

“Ci proponiamo – ha detto il responsabile del Centro, Ruggero Radaelli – di vivere e proporre all’attenzione di tutti la dimensione dell’ospitalità, intesa sia singolarmente che comunitariamente. Nessuna ‘lezione’, quanto piuttosto una semplice condivisione di esperienze in atto e dei pensieri che le accompagnano”.

Condivisione che necessita del contributo di tutti e di ciascuno, pur nella necessaria diversità, perché alla fine si riesca a gustare il sapore dell’autentica solidarietà.

Il centro masslo

Il Centro di ascolto e di prima accoglienza “Jerry Masslo” ha sede in via Spoletini in una struttura comunale. È nato nei primi anni ’90, con il contributo di esperienza della Caritas locale, per l’accoglienza degli immigrati. È intitolato a Jerry Masslo, immigrato sudafricano ucciso il 25 agosto 1989 a Villa Literno, in Campania, da quattro persone che volevano rubargli i risparmi del duro lavoro estivo. Dal gennaio 2005 è iniziata la gestione Caritas attraverso una convenzione con il Comune. L’attuale responsabile è il diacono Ruggero Radaelli. Il Centro può contare su 10 posti, più uno d’emergenza (per persone con regolare permesso di soggiorno).il centro masslo

AUTORE: Fabrizio Ciocchetti

LASCIA UN COMMENTO