Parrocchia Madonna del Ponte a Passaggio di Bettona. Un punto fermo per la crescita spirituale

Tempo di lettura: 172 secondi

È una parrocchia giovane e molto attiva quella della Madonna del Ponte di Passaggio di Bettona, attualmente sotto la guida pastorale del parroco don Jean Claude Hazoumè Kossi Anani che, unitamente ai vicari parrocchiali don Die Donné Kasereka Taghunza e don Rafal Krosny, svolge il suo ministero seguendo attentamente la realtà locale.

Sono molte le attività svolte dalla comunità anche in sintonia con il cammino sinodale intrapreso dall’intera diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino alla quale appartiene. Attività le cui basi giungono da lontano, con l’Azione cattolica, formata dai fedeli della zona e molto vivace sin dagli anni ’50, le catechesi proposte in parrocchia e i primi Centri di ascolto istituiti intorno agli anni ’90 presso le famiglie locali.

La parrocchia si caratterizza in particolare per essere un punto fermo di aggregazione e di crescita spirituale. Da alcuni anni è in atto il progetto diocesano di rinnovamento parrocchiale con le piccole comunità, che ha visto la nascita in Passaggio di Bettona di ben quattro “Comunità Maria Famiglie del Vangelo”.

Domenica 13 maggio Umbria Radio trasmetterà in diretta la messa delle ore 11 celebrata presso la parrocchia della Madonna del Ponte di Passaggio di Bettona, guidata dal parroco don Jean Claude Hazoumè Kossi Anani insieme ai vicari don Die Donné Kasereka e don Rafal Krosny. La celebrazione sarà preceduta da un programma radiofonico dedicato all’approfondimento della realtà locale, della storia e delle attività della parrocchia.

Un po’ di storia
Un excursus sulla storia di questa frazione del comune di Bettona ci è narrato dalla vice-presidente del Consiglio pastorale parrocchiale, Giuliana Taglioni, catechista e coordinatrice di una delle “Comunità Maria Famiglie del Vangelo”. “La parrocchia racconta Giuliana – è stata costituita l’11 gennaio 1953 separandosi da quella di Bettona, in un periodo in cui si è assistito ad una trasformazione da una realtà contadina ad una realtà prettamente artigianale, con la nascita delle prime fabbriche e con un forte incremento della popolazione”. Nel 1957, aggiunge, “fu costruito il cinema teatro, un punto di ritrovo per i giovani, ma anche di accoglienza per le catechesi denominate ‘del giovedì’ alle quali partecipavano bambini e adulti e che sono state sempre molto partecipate”. Dopo 12 anni dalla costituzione della parrocchia si inaugura la nuova chiesa parrocchiale. Era il 21 novembre del 1965 quando fu consacrata e inaugurata la nuova chiesa della Madonna del Ponte di Passaggio di Bettona.

La Madonna del Ponte
La frazione, con i suoi circa 900 abitanti attuali, è attraversata dal fiume Topino e si caratterizza per la presenza di un’antica edicola votiva raffigurante la Madonna del Ponte che è situata nei pressi del ponte sul fiume stesso. L’8 settembre si festeggia la solennità della Madonna del Ponte che prevede oltre alle celebrazioni eucaristiche una festa paesana denominata “Tutti in festa”.

Le attività parrocchiali
Dal mese di gennaio scorso la comunità si dedica quotidianamente all’adorazione perpetua con un calendario che prevede l’adorazione anche in alcune ore notturne e precisamente dalla mezzanotte alle sette del mattino. Nel mese mariano ogni anno viene recitato il rosario presso le famiglie e alla fine del mese di maggio viene celebrata la messa di ringraziamento nel Santuario della Madonna di San Gregorio. Molte manifestazioni e iniziative vengono organizzate in sinergia con la parrocchia di “Santa Maria Assunta” in Bettona. Due parrocchie distinte che vivono in stretta correlazione anche grazie al fatto che hanno gli stessi presbiteri, don Jean Claude, don Die Donné e don Rafal, che si adoperano in maniera molto attiva per creare un clima di forte comunione e fraternità.

 

AUTORE: Antonella Porzi

LASCIA UN COMMENTO