PerugiaGmg2016. Il cardinal Bagnasco ai giovani umbri: “Se volete trovare la sorgente, risalite la corrente, resistete controvento”

Tempo di lettura: 127 secondi

2016-07-28-PHOTO-00000046

Giovedì 29 i giovani umbri a Cracovia per la Giornata mondiale della Gioventù hanno pregato e riflettuto insieme al cardinal Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei. Nella chiesa dei Benedettini, infatti, i ragazzi hanno recitato le lodi, hanno condiviso la Santa Messa e hanno assistito alla catechesi dell’arcivescovo, che ha risposto anche alle loro numerose domande di fede.

L’incontro con Bagnasco rientra nella serie di catechesi in programma per la Gmg, tenute in diverse lingue dai vescovi di tutto il mondo (tra cui anche i vescovi umbri, come il cardinal Bassetti, di cui puoi trovare qui i testi integrali) sul tema “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia” (Mt 5,7), scelto dal Santo Padre in occasione della Giornata. Le catechesi si svolgono per tutta la città, sia nelle chiese che in altri luoghi, e preparano i giovani a comprendere il significato del sacramento della penitenza e della riconciliazione.

Nel dettaglio, Bagnasco si è soffermato sul tema del silenzio al tempo dei social network. “Stare connessi non significa automaticamente vivere in relazione: custodite momenti di silenzio, selezionate, datevi dei tempi e delle regole, se volete essere liberi davvero”. Nella catechesi è il cardinale stesso a interrogare, facendo parlare una galleria di testimoni. Ne esce il profilo della persona, la sua domanda di senso, l’esperienza di una solitudine radicale: “Gesù Cristo è la risposta che il cuore dell’uomo attende; è Colui che ci viene a cercare, assicurandoci che nessuna zona d’ombra può allontanarci dal suo sguardo; è la fiducia che cambia la vita, salvandola dalla depressione dell’anima e dal rigore con cui noi stessi ci giudichiamo”. La strada della fede, che è incontro con lui – prosegue – richiede il coraggio di essere dissidenti, rispetto alle logiche del mondo: “Se volete trovare la sorgente, risalite la corrente, resistete controvento”. E, in conclusione, il card. Bagnasco indica anche i “luoghi” che, per non smarrirsi, è necessario abitare: “La sostanza della vita è fatta dai legami veri: sentitevi a casa nella Chiesa, frequentate la bellezza della Parola di Dio, non privatevi del tesoro della Confessione, né della mensa dell’Eucaristia e, infine, lasciatevi incontrare dai fratelli: con i loro bisogni, ci costringono a uscire da noi stessi; così facendo, ci provocano a saperci mettere a servizio”. (Fonte: Sir)

La catechesi di Bagnasco (28/07/2017)

[ad-gallery orderby=”ID” include=”47077,47078,47079,47080,47081,47082,47083,47084″ slideshow=”false”]

Segui il racconto dei ragazzi umbri a Cracovia, giorno per giorno, con foto e video:

La partenza

La prima giornata

La seconda giornata

La terza giornata

La quarta giornata

La quinta giornata

La sesta giornata

La settima giornata

L’ottava giornata

 

LASCIA UN COMMENTO