Piccoli, grandi scacchieri politici

Nei prossimi giorni in Umbria 9 Comuni votano il sindaco. Anche i piccoli centri rivestono grande interesse

Tempo di lettura: 138 secondi

Si va al voto domenica 27 e lunedì 28 maggio in 9 Comuni umbri. Todi e Narni sono i Comuni più ‘interessanti’ per lo scacchiere regionale delle poltrone, ma anche i cosiddetti ‘piccoli’ come Cascia e Bettona, per la recente presenza di commissari prefettizi e il perdurare di polemiche infinite, rivestono importanza per le segreterie dei partiti. Alle urne vanno anche gli elettori di Deruta, Monteoleone di Spoleto, Valtopina, e nel Ternano, di Attigliano e Parrano. La campagna elettorale si è caratterizzata per qualche caduta di stile – alcuni candidati hanno rifiutato il contraddittorio pubblico per ragioni che appartengono solo ad immaginarie strategie, di difficile comprensione ‘ ma anche per un la difficoltà dei cittadini ad individuare un candidato ideale. È vero che l’elezione comunale coinvolge la cittadinanza, molto di più che in altre consultazioni, per la presenza, nell’oceano di liste presentate, di un amico o di un parente. E quindi diventa difficile estraniarsi. Ma è anche vero che si può chiamare l’elezione degli ‘ex’. A Deruta sono in campo ex sindaci come Gianfranco Poli per il centrosinistra e Remo Patacca, con la lista civica ‘Insieme per Deruta’ (l’altro candidato è Alvaro Verbena per la Cdl). A Todi l’ex vicesindaco della giunta Marini, Alessandro Servoli, è il candidato del centrosinistra contro Antonio Ruggiano, esponente di An, già candidato alla presidenza della Provincia di Perugia. Gli altri in lizza sono sono Alvise Pazzaglia (‘Insieme per cambiare’) e Maurizio Giannini (‘Todi viva’).La battaglia forse più articolata è quella di Narni, per gli aspetti politici ‘ lo strappo tra centrosinistra e Prc ‘ ma anche per il futuro della città, a cominciare dalla centrale elettrica più volte individuata come la questione del presente e del futuro. Contro Bigaroni, sindaco uscente, appoggiato dal centrosinistra, si presentano Mario Persio (candidato dalla cosiddetta sinistra radicale) e Gabriele Schiavoni (centrodestra). A proposito di ex. A Bettona sono candidati l’ex sindaco Stefano Frascarelli, con la lista civica ‘Per l’ambiente’, Lamberto Marcantonini con il ‘Quadrifoglio’, e Tiziano Uccellini con il ‘Ponte’. A Cascia Gino Emili, storico sindaco per diversi anni, e quindi un ex, appoggiato dalla lista civica ‘Un futuro per Cascia’ di matrice di centrosinistra, sfiderà Damocle Magrelli, sostenuto dalla lista civica ‘Insieme per Cascia’ ed ex vicesindaco dell’ex sindaco Emili. Sembra un gioco di parole ma è solo una battaglia tra ex. A Valtopina si confrontano il sindaco uscente Giuseppe Mariucci, per il centrosinistra, e Tonino Ugo Fucchi, con ‘Tutti per Valtopina’. Tre i candidati a Monteleone di Spoleto: Nando Durastanti (sindaco uscente del centrosinistra), Renato Peroni per ‘Costruire insieme Monteleone’, e una lista dei consumatori con Giovanni Savi. A Parrano, Mauro Buratta di ‘Alternativa per Parrano’ contro Gino Mechelli, di ‘Uniti per Parrano’; ad Attigliano la lotta è tra Daniele Nicchi (Polo per Attigliano) e Giorgio Germani di (Impegno per Attigliano).

AUTORE: Emilio Querini

LASCIA UN COMMENTO