Presepiamo in via Maestà delle Volte

Il temporary shop di presepi artigianali rimarrà aperto a Perugia fino al 31 dicembre

Tempo di lettura: 107 secondi

In un angolo del centro storico di Perugia tra i più suggestivi della città, in via Maestà delle Volte n. 8, tre donne hanno aperto nei giorni scorsPresepiamoi un temporary shop di presepi artigianali. Hanno creato una società semplificata, così spiega Silvia, la principale artefice di PresepiAmo (questo il nome del progetto) con alle spalle un’esperienza di raccolta fondi tramite la vendita di presepi per l’Avsi, l’ong che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo nel mondo.

In una “piccola nicchia” – così la definisce Silvia – sotto le volte antiche della città sono esposti vari presepi artigianali realizzati soprattutto in Perù, dalla cui capitale Lima provengono alcuni dei lavori prodotti da circa 500 famiglie che vivono nelle favelas e che grazie a questa attività riescono a condurre una vita dignitosa. Lavori originali e molto creativi, in ceramica o in legno, che trasmettono il sentire del presepe in quelle terre. Tra loro ci sono anche i presepi polacchi, russi e italiani, ognuno dotato di una sua particolarità: c’è quello fatto nell’uovo di quaglia, quello all’interno di un ditale, nella noce di cocco, nella melagrana o in una piccola bottiglia. Ci sono i presepi del mondo, come quello di Cracovia, presepi per bambini, presepi illuminati, singole statuine, addirittura un tappeto dei Magi in miniatura e il nonno con il nipote che vanno a rendere omaggio a Gesù, rappresentando quel passaggio di testimone della tradizione.

“Non c’è stato visitatore, italiano e straniero, che non sia uscito con un presepe o una statuina in mano – sottolinea Silvia – perché il presepe muove l’animo delle persone, unisce, crea sentimenti. Per questo la nostra intenzione è di verificare se questo progetto è valido, se c’è la possibilità di proporlo tutto l’anno, magari coinvolgendo dei giovani, per fare un progetto didattico artigianale mirato al presepe”.

Ad accogliere il visitatore all’ingresso una Lauda di Jacopone da Todi, sullo sfondo dei presepi esposti due immagini di Betlemme e Gerusalemme oggi. Il presepe della tradizione antica e quello di oggi. PresepiAmo shop (c’è anche la pagina Facebook) rimarrà aperto almeno fino al 31 dicembre; a ciascun acquirente verrà fatto omaggio di poesie da leggere.

 

 

 

AUTORE: Manuela Acito

LASCIA UN COMMENTO