Quando il Grest coinvolge i genitori e … la Pro Loco!

Tempo di lettura: 111 secondi

Nella piccola valle del fiume Nestore la voce delle parrocchie dell’Unità Pastorale è risuonata per offrire un servizio alle famiglie all’inizio del periodo estivo. Dopo il successo dell’oratorio “Villaggio Betania”, istituito con l’entusiasmo di tanti giovani volontari dell’ Unità Pastorale , si è pensato di progettare un campo estivo itinerante per accogliere i bambini delle scuole primarie liberi dagli impegni scolastici. Tale iniziativa, ha visto coinvolti tanti volontari della valle che si sono raccolti intorno ad un tavolo diretti e coordinati dal parroco don Fabrizio Fucelli

La risposta del territorio non si è fatta attendere e gli iscritti sono arrivati a quota 120. Le attività si sono svolte dall’11 al 21 giugno dalle ore 9 alle 17 pranzo incluso, nelle strutture di Pietrafitta, Castiglion Fosco e Tavernelle. I bambini sono stati diretti nelle varie attività da un folto gruppo di animatori coordinati da Simone Filosi, Michela Cerbini, Giulia Lucioli.

Le giornate sono state scandite da un ricco programma di attività (laboratori manipolativi, bans, attività teatrali, giochi, preghiera comunitaria…) .

I pasti sono stati organizzati dagli adulti volontari che si sono avvicendati nelle varie mansioni di servizi mensa coordinati da Lorena Buzzetti, preziosa la presenza di “nonno Aldo” . All’interno di questo percorso di fraternità e servizio per la comunità ci sono stati anche due incontri dedicati alle famiglie: il primo domenica 17 a Pietrafitta con la Santa Messa al campo sportivo, partita di calcio tra genitori e figli, pranzo comunitario e nel pomeriggio giochi vari.

Giovedì 21 giugno, festa di San Luigi Gonzaga, compatrono di Tavernelle è stata celebrata la Santa Messa in piazza Mazzini da don Fabrizio e don Orlando, è seguita la cena organizzata dalla Pro loco di Tavernelle e infine lo spettacolo teatrale conclusivo sulla vita di San Luigi e i Santi amici, allestito dai bambini del GREST. E’ stato bello ed emozionante vedere la piazza stracolma di bambini, genitori, nonni, tante persone del paese ritrovarsi insieme per pregare, per stare insieme e fare festa.

I valori di questa esperienza possono essere così riassunti : spirito di servizio, collaborazione, condivisione, senso di appartenenza. Ognuno ha dato quanto poteva con la consapevolezza che donare un po’ del proprio tempo per gli altri è immensamente gratificante. Grazie a tutti per avere scritto una bella pagina della “giovane” Unità Pastorale.

AUTORE: Matelda Marinucci

LASCIA UN COMMENTO