Scheggia. Oratorio estivo nello spirito degli insegnamenti di Papa Wojtyla e Don Bosco

Tempo di lettura: 77 secondi

Una boccata d’aria fresca ha invaso Scheggia in queste prime settimane di luglio. Si conclude venerdì 20 luglio l’oratorio estivo “ScheggEstate 2012” per i bambini e ragazzi del paese, che la parrocchia ha animato per tre settimane. Giovedì 19 luglio, assieme alle famiglie è stata condivisa la cena e sfogliate le foto con i momenti più significativi. L’oratorio – gli iscritti sono una cinquantina – aperto tutte le mattine, è il frutto della collaborazione tra il Comune, che come ogni anno mette a disposizione tutte le proprie strutture, e la parrocchia, con il suo gruppo di animatori-volontari formato dagli adolescenti del paese, diverse mamme. Il parroco stimola la fantasia e la creatività di ognuno per metterla a disposizione dei ragazzi. La mattinata trascorre tra canti-bans, sfide tra le squadre, lavoretti manuali e momenti di riflessione accompagnati dalle figure di Giovanni Paolo II e san Giovanni Bosco. Non è mancata l’uscita settimanale in piscina e l’escursione nel parco del monte Cucco. Quest’anno per la prima volta è stato aperto per una ventina di bambini tra i 3 e i 6 anni uno spazio giochi all’interno del quale anche i più piccoli hanno vissuto un momento di unione, divertimento e riflessione accompagnati dalla favola di Pinocchio. Ricordando a tutti una delle massime di san Giovanni Bosco, ovvero: “L’educazione è cosa del cuore e Dio solo ne è padrone; noi non potremo riuscire a cosa alcuna, se Dio non ce ne insegna l’arte, e non ce ne mette in mano le chiavi”, auguriamo a tutti i lettori di continuare a vivere una buona estate.

LASCIA UN COMMENTO