Shakespeare a Bagliori d’autore

Dall’11 al 21 marzo l’XI Festival nazionale di letteratura: protagonista anche quest’anno il drammaturgo inglese

Tempo di lettura: 134 secondi

Bagliori-d'autore2_CMYKE’ dedicata a William Shakespeare, per il secondo anno consecutivo, l’undicesima edizione del Festival nazionale di letteratura “Bagliori d’autore”. La grandezza del drammaturgo inglese, nonché la sua vasta produzione, non potevano esaurirsi in una sola edizione, così gli organizzatori hanno ben pensato di riproporlo. La manifestazione letteraria, che si svolge dall’11 marzo al 21 marzo a Perugia, cade inoltre proprio a pochi giorni dal quattrocentesimo anniversario della sua morte.

Nel segno di una ormai collaudata collaborazione e partecipazione dell’assessorato alla Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia, del Circolo dei lettori di Perugia, il Festival propone ancora una volta una ricca serie di eventi fra Perugia e Civitanova Marche, tesa ad approfondire e far gustare i drammi, le commedie e i sonetti che ormai fanno scuola nei corsi di teatro, di letteratura e di lingua inglese di tutto il mondo. Ospite d’eccezione in questa edizione è Alessandro Haber, celebre attore teatrale e cinematografico, che il 18 marzo nell’Aula Magna dell’Università per Stranieri di Perugia incontrerà il pubblico nell’evento “Shakespeare non l’ha mai fatto”, intervista sul tema “Follie teatrali e letteratura”.

Particolarmente ricca è l’offerta teatrale, che spazia nell’universo shakespeariano in un percorso dalle diverse tinte, dalla tragedia alla commedia: oltre al reading Tempest fragments che verrà presentato dal Teatro di Sacco il 16 marzo, “Bagliori d’autore” presenta ben cinque spettacoli teatrali, a cominciare da Hamlet travestie, in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria per la regia di Emanuele Valenti, che va in scena in anteprima il 4 marzo a Corciano. Da non mancare poi l’eccezionale spettacolo di danza “Otello”, che andrà in scena al Teatro Morlacchi l’11 marzo, in un bellissimo allestimento del Balletto di Roma, in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, realizzato dal grande coreografo Fabrizio Monteverde. Ampio spazio è dedicato anche alle altre arti e ai percorsi che intersecano quelli della letteratura.

Due gli eventi dedicati al mondo della musica, il primo dei quali è un concerto del soprano Chiung Wen Chang, che interpreterà brani tratti dalle numerose opere liriche ispirate ai capolavori di Shakespeare. Il Festival propone inoltre una serie di altri eventi quali il Workshop in lingua inglese dell’epoca sull’Arte della drammatizzazione shakespeariana, a cura di Oliver Page, e una serie di approfondimenti sui temi e le suggestioni letterarie offerte dall’opera di Shakespeare. Anche quest’anno non mancano le proiezioni cinematografiche. Dopo il grande successo dello scorso anno, anche in questa edizione viene proposto “Il banchetto di Prospero”, cena Shakespeariana con atmosfere ispirate a “La Tempesta” di William Shakespeare, e “Boschi Shakespeariani” in una cornice d’eccezione, il Bosco San Francesco, ad Assisi, una suggestiva escursione letteraria in collaborazione con Fai regionale.

 

LASCIA UN COMMENTO