Storie imprenditoriali umbre di successo

Tempo di lettura: 77 secondi

In Umbria non c’è il mare ma nelle nostra regione si costruiscono gli yacht più belli del mondo. Gli aerei più moderni e le navicelle spaziali volano anche grazie alla creatività ed al lavoro di imprenditori, ingegneri, tecnici ed operai di aziende della nostra regione. Così come le Ferrari ed altri bolidi che sfrecciano nelle piste di Formula uno.

Nel rapporto sulla economia umbra della Banca d’Italia, del quale La Voce si è occupata la scorsa settimana, si parla di un “nucleo” di aziende di successo che contribuiscono alla tenuta del nostro sistema economico in un panorama dove la ripresa è ancora debole ed incerta, con fabbriche che chiudono e tante aziende in grande difficoltà.

Azienda a misura d’uomo
Giancarlo Luigetti, 80 anni, è il fondatore e presidente di Art, società nata nel 2000 che produce sistemi tecnologici per i team di Formula 1. È sicuramente una delle aziende di questo “nucleo” che resiste e cresce. Nel 2008 ha stabilito la sua sede operativa nello storico borgo di Pischiello, a Passignano sul Trasimeno. Una residenza di campagna nobiliare che in passato appartenne ai marchesi Bourbon di Sorbello. Ha circa 130 dipendenti, con una età media di 37 anni, quasi tutti umbri. “Questo progetto – ha detto Luigetti – si è elevato nel rispetto della bellezza dei luoghi affinché fosse di conforto al lavoro di ogni giorno. Ho sempre sognato un’azienda a misura d’uomo in cui il lavoro non venisse vissuto come una costrizione, ma come un qualcosa che eleva l’animo e lo spirito” (continua a leggere gratuitamente sull’edizione digitale de La Voce).

AUTORE: Enzo Ferrini

LASCIA UN COMMENTO