Todi, città della Sindone

Tempo di lettura: 61 secondi

Lo scorso 17 marzo a Todi ha preso il via, tra attesa e curiosità, un evento culturale e religioso “Il Volto sulla città”. La bellissima piazza del Popolo fino all’8 aprile , tutte le sere fino alle tre del mattino, è arricchita di una suggestione indimenticabile: la proiezione, ad alta tecnologia, del volto della Sindone sulla facciata del duomo.

In questi giorni la città di Todi vede protagonisti sindonologi, poeti, scrittori, artisti di fama nazionale per celebrare la storia della sacra Sindone. Il lenzuolo funebre più studiato al mondo attira studiosi e pellegrini oggi come nelle ultime ostensioni: una riproduzione su tela conforme all’originale campeggia nel duomo per l’intero periodo dell’iniziativa.

Il direttore e regista dell’evento Alberto Di Giglio con Progetto Othonia e Amici del cineforum di Todi hanno invitato i massimi esperti della sindonologia nazionale e internazionale, come Emanuela Marinelli, Bruno Barberis, padre Rafael Pascual, padre Gianfranco Berbenni.

Un’occasione unica per fare il punto sull’Oggetto archeologico più studiato al mondo, conservato nel duomo di Torino dal 1578: il lenzuolo funebre, menzionato nei Vangeli, che secondo la tradizione avvolse il corpo di Cristo deposto dalla croce.

Leggi di più a proposito di questo evento sull’edizione digitale de La Voce.

LASCIA UN COMMENTO