Trasfigurazione in musica

Dal 14 al 25 settembre torna la Sagra musicale umbra

Tempo di lettura: 144 secondi

sagra-musicaleQuattordici concerti e due serate dedicate al cinema. Questi gli ingredienti della 68a edizione della Sagra musicale umbra in programma dal 14 al 25 settembre il cui tema centrale sarà la Trasfigurazione. Il vasto programma, che anche quest’anno proporrà musica di alto livello (tra cui Wagner e Britten) è stato ideato dal direttore artistico della rassegna Alberto Batisti, il quale sottolinea come “la musica è l’arte che meglio di ogni altra espressione umana riesce nel miracolo della trasfigurazione. Nel percorso della Sagra il termine è inteso nella sua dimensione più spirituale, come immersione nella luce e nel respiro dell’assoluto, partendo dalle potenti trasfigurazioni sonore wagneriane, da quel concetto di Verklärung che ha in sé appunto il significato di passaggio dalla condizione corporea e materiale a quella della luce, dello spirito, infine del suono”. Come di consueto, anche quest’anno, la musica risuonerà all’interno di alcune delle chiese tra le più significative della regione, nonché in splendide cornici architettoniche sparse nella nostra regione. In più ci sarà un grande ritorno in uno dei luoghi più simbolici per lo spirito e la cristianità: il Sacro Convento di San Francesco ad Assisi. Il concerto inaugurale della kermesse si terrà domenica 15 settembre (ore 21) al Teatro Morlacchi e verrà affidato alla Prague Philarmonia diretta da Jiri Belohlávek insieme a Annalena Persson al pianoforte. Un concerto che non solo vuole celebrare Richard Wagner nell’anno del bicentenario della nascita, ma proporre una riflessione proprio sul tema prescelto per la Sagra. Sempre domenica 15, alle 18, nella cattedrale di San Lorenzo di Perugia messa solenne cantata, con la Cappella musicale della Basilica papale di San Francesco di Assisi, diretta da padre Giuseppe Magrino, ofm. Il programma dei giorni successivi è lungo, difficile sintetizzarlo. (Per info, biglietti e abbonamenti: Fondazione Perugia Musica Classica Onlus, Perugia, tel. 075-5722271; e-mail: info@perugiamusicaclassica.com sito www.perugiamusicaclassica.com). Si chiude il 25 settembre al Teatro Morlacchi, (ore 21) con una stella nascente del podio, David Afkham alla guida della Junge Deutsche Philharmonie con un programma di musiche del Novecento. Altro omaggio della Sagra sarà quello offerto al grande compositore Krzysztof Penderecki: sabato 21 (ore 16.30) nel chiostro del Convento di San Francesco ad Assisi con l’Orchestra da camera di Perugia. Non manca anche quest’anno, da parte della manifestazione musicale, l’attenzione alle sofferenze e alle marginalità con due concerti de “La musica della speranza”, cui si aggiunge “La Sagra per gli studenti”, concerto dedicato alle scuole. Previsti anche due pomeriggi con “La Sagra al cinema”: il primo per un omaggio particolare a Britten autore di colonne sonore; il secondo con la prima proiezione al pubblico, di un capolavoro italiano del cinema muto, Quo Vadis? con la regia affidata al tedesco Georg Jacobye e a Gabriellino D’Annunzio, secondogenito del Vate. Anche quest’anno spazio al Concorso internazionale di composizione per un’opera di musica sacra “Francesco Siciliani” voluto dal cardinale Gianfranco Ravasi, che si terrà nel 2014.

AUTORE: M. A.

LASCIA UN COMMENTO