Un “sì” a… mamma e papà

FAMIGLIA. Il 20 giugno a Roma la manifestazione “Difendiamo i nostri figli”. Da Perugia ben 60 pullman

Tempo di lettura: 116 secondi

famigliaUna manifestazione “per” e non “contro”: per il diritto di tutti i bambini a crescere con un papà e una mamma. Sarà questo l’evento di sabato 20 giugno a Roma (piazza San Giovanni, ore 15.30), dal titolo “Difendiamo i nostri figli”. E la partecipazione dell’Umbria si appresta a essere massiccia.

“Già a inizio settimana – informa Simone Pillon del comitato promotore – erano stati prenotati 60 pullman soltanto da Perugia. Tutte le diocesi dell’Umbria si sono mobilitate, a partire dall’arcivescovo di Perugia – Città della Pieve, il card. Gualtiero Bassetti, che ha avuto una presa di posizione ufficiale in tal senso. Inoltre, domenica scorsa, dei volontari si sono recati nelle varie parrocchie per promuovere l’iniziativa e far aderire il maggior numero di persone”.

Il motivo di tanto interesse sta nell’obiettivo stesso della manifestazione. “Da anni – dice Pillon – io e le altre dieci persone che compongono il comitato ci siamo trovate a lavorare a contatto con la gente sui temi della famiglia, dell’educazione, dell’affettività, ecc. Ci siamo così resi conto che l’Italia è ancora un Paese fortemente disinformato sui temi, ad esempio, del gender , dell’identità sessuale, dei progetti di educazione intrapresi nelle scuole… Eppure, ogni volta che le famiglie vengono portate a conoscenza di tali temi, si indignano e ci chiedono: ‘Cosa possiamo fare per fermare tutto questo?’ Da qui, l’idea del comitato e della manifestazione”.

“I nostri obiettivi – continua – sono due: bloccare il disegno di legge Cirinnà sulle adozioni tra persone dello stesso sesso, e restituire ai genitori l’educazione all’affettività dei propri figli. Non siamo contro le unioni tra persone dello stesso sesso, ma rivendichiamo la difesa della famiglia e il diritto, costituzionalmente sancito, per i figli, ad avere un padre e una madre; e per i genitori, a educare la prole solo come, quando e su cosa ritengano più opportuno”.

Temi caldi, attualissimi e sentiti come urgenti non soltanto dal mondo cattolico. “All’evento del 20 giugno – aggiunge Pillon – hanno aderito anche la comunità ebraica, islamica, ortodossa e altre confessioni cristiane, come quella evangelica. Il motivo è molto semplice: non si parla di una tematica esclusivamente religiosa, ma di una tematica dell’umano che, come tale, coinvolge tutti”.

Per ulteriori informazioni in merito all’evento di Roma e al lavoro del comitato, o per materiale informativo, è consultabile il sito www.difendiamoinostrifigli.it .

 

AUTORE: Laura Lana

LASCIA UN COMMENTO