Nuovo Vescovo a Gubbio: è mons. Paolucci Bedini. Il primo incontro oggi a Ancona

Tempo di lettura: 188 secondi

Mons. Mario Ceccobelli, da oggi è “Amministratore apostolico” della diocesi di cui è vescovo dal 2004. Questa mattina alle 12.00, nel vescovado di Gubbio davanti ai suoi collaboratori pastorali (preti, religiosi e laici), a giornalisti, e presente il sindaco di Gubbio Filippo Stirati, ha dato l’annuncio della nomina del suo successore, il quarantovenne mons. Luciano Paolucci Bedini della diocesi di Ancona – Osimo.
Il discorso di mons. Ceccobelli è stato segnato da momenti di commozione, come quando ha mostrato la Croce episcopale che avrebbe portato nella prima visita al suo successore, avvenuta questo pomeriggio ad Ancona. “Questa Croce mi è stata data da don Pietrino (mons. Pietro Bottaccioli, suo predecessore) dicendomi ‘È la più bella che ho, la do a te’, e io oggi la darò al mio sucessore” ha detto mons. Ceccobelli.

Il video dell’annuncio dato da mons. Mario Ceccobelli

 

Il saluto di mons. Bedini alla sua nuova diocesi

Saluto del Nuovo Vescovo alla Chiesa-Sposa di Gubbio

 

Il saluto dei Vescovi dell’Umbria
I vescovi della Conferenza episcopale umbra (Ceu) accolgono fraternamente mons. Luciano Paolucci Bedini chiamato dal Santo Padre Francesco a guidare come pastore la Chiesa di Gubbio e affidano il suo ministero all’intercessione di sant’Ubaldo.
Esprimono viva gratitudine a mons. Mario Ceccobelli per il suo servizio episcopale e gli augurano un nuovo tempo fecondo di frutti per il bene delle Chiese della nostra regione.
GUBBIO (29 settembre 2017) – Mons. Luciano Paolucci Bedini è il Vescovo eletto per la Diocesi di Gubbio. Subentra a mons. Mario Ceccobelli ed è considerato il sessantesimo successore di sant’Ubaldo Baldassini, patrono e protettore della città e della diocesi eugubina.

Chi è mons. Bedini

Mons. Luciano Paolucci Bedini, nominato Vescovo di Gubbio

Mons. Paolucci Bedini è nato a Jesi (AN) il 30 agosto 1968, primogenito di due figli, da genitori impiegati e oggi pensionati, una stimata famiglia di tradizione cattolica. Dal 1989-1995 ha frequentato il Seminario e conseguito il baccalaureato in Teologia presso il Pontifico Seminario regionale “Pio XI” e l’Istituto teologico marchigiano di Fano e Ancona. Arriva dunque dal clero dell’arcidiocesi di Ancona-Osimo.
Il 30 settembre 1995 viene ordinato presbitero da mons. Franco Festorazzi nella Cattedrale di San Ciriaco ad Ancona. Dal 1995 al 2004 è viceparroco nella comunità di San Paolo Apostolo a Vallemiano di Ancona. Dal 1996-1999 frequenta il corso di Teologia pastorale con specializzazione in Pastorale giovanile e catechetica presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma, dove consegue la licenza discutendo la tesi “Gesù Cristo, il perfetto comunicatore. Criterio e modello di una rinnovata prassi comunicativa nell’educazione della fede”.
Dal 1999 è direttore dell’Ufficio catechistico diocesano e dal 2003 direttore dell’Ufficio catechistico regionale. Dal 2001 al 2011 è insegnante di Catechetica, Pastorale giovanile e Pastorale dell’iniziazione cristiana presso l’Istituto superiore marchigiano di Scienze religiose “Redemptoris Mater” di Ancona. Ha svolto dal 2004 il ruolo di vice-rettore presso il Pontificio Seminario regionale “Pio XI” di Ancona, dove – dall’agosto 2010 a oggi – ha ricoperto poi l’incarico di rettore. E’ membro della Commissione presbiterale regionale.
Ha scritto: “L’esemplarità comunicativa di Gesù. La comunicazione adeguata al Vangelo” (in “La rivista del clero italiano”, 11/2000); “Nuova esperienza di iniziazione cristiana dei ragazzi 7-14 anni nell’arcidiocesi di Ancona-Osimo” (in “Sacramentaria & Scienze religiose”, 3/2008); “Ti racconto Dio. I linguaggi per comunicare la fede” (Paoline – Milano 2012).

La Chiesa eugubina nel 2017
PARROCCHIE: 39

ZONE PASTORALI: 5

CLERO SECOLARE: 33 sacerdoti diocesani

CLERO REGOLARE: 17 religiosi

DIACONI: 7

SEMINARISTI: 3

ISTITUTI DI VITA CONSACRATA MASCHILE: Agostiniani, Canonici regolari lateranensi, Eremiti Camaldolesi di Monte Corona, Eremo della Vittorina, Frati minori conventuali, Frati minori,

ISTITUTI DI VITA CONSACRATA FEMMINILE: Cappuccine sacramentarie, Clarisse, Domenicane missionarie di San Sisto, Santa Croce, Figlie della Divina carità, Maestre Pie Filippini, Monache di Betlemme dell’Assunzione della B.V. Maria e di S. Bruno, Ordo Virginum diocesano, Piccole Ancelle del Sacro Cuore, Sorelle del piccolo testamento di San Francesco, Soeurs de Notre Dame du lac

LASCIA UN COMMENTO