Vincono i giovani. Perugia Capitale italiana dei giovani 2016

Tempo di lettura: 138 secondi

premiazione-perugia-capitale-dei-giovani-2016-2
Il sindaco di Perugia Andrea Romizi (il secondo da sinistra) e Gabriele Biccini (il quarto) a Roma

I giovani ce l’hanno fatta. Perugia ha conquistato il titolo di Capitale italiana dei giovani 2016. Il riconoscimento è stato consegnato martedì 3 novembre a Roma presso il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali al sindaco Andrea Romizi.

Il titolo è stato assegnato a Perugia – si legge nelle motivazioni – “per l’impegno e la determinazione profusa dalla città tutta nel corso degli ultimi anni e che l’hanno portata ad essere finalista nella competizione europea per la Capitale dei giovani. Il titolo vuole essere il giusto riconoscimento per lo sforzo progettuale e per la capacità e l’energia delle associazioni di giovani che si sono attivate e sono state elemento indispensabile e vivo per la progettazione di un modello d’eccellenza a livello nazionale ed internazionale per le politiche giovanili”.

Si tratta di un riconoscimento – spiega Gabriele Biccini portavoce del Forum giovani della Regione dell’Umbria – che viene dato annualmente a una città italiana che si è distinta per un percorso di politiche giovanili innovative e all’avanguardia: per noi lo è stato la costituzione del Forum regionale dei giovani e la legge regionale sulle politiche giovanili. Il programma prevede la realizzazione per il 2016 in Umbria di eventi a carattere nazionale come concerti musicali, cinematografici, eventi educativi e questo grazie alla collaborazione con 60 associazioni, di cui una trentina hanno dei collegamenti a livello nazionale. In programma anche gli stati generali delle politiche giovanili”.

Il risultato raggiunto fa ben sperare per l’ottenimento del titolo a capitale europea dei giovani 2018 (il 26 novembre) per il quale Perugia è per la seconda volta l’unica città italiana finalista grazie al coinvolgimento dei giovani che conducono direttamente questo importante processo di livello europeo con lo slogan “ReGenerating YOUth – We Are, We Dare!” Rigenerare la Gioventù – Noi SiAmo, Noi OsiAmo.

Soddisfazione ha espresso anche il sindaco Andrea Romizi che ha sottolineato come il percorso di Perugia sia significativo sotto vari aspetti: “in primo luogo perché è un percorso che ha visto convolte Amministrazioni di colore diverse che hanno accompagnato lo stesso progetto e che hanno saputo cogliere nel Forum l’importante lezione di saper coinvolgere e riunire in un unico soggetto sensibilità diverse: lezione che è da esempio per il Paese”. Anche la presidente regionale Catiuscia Marini ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto “Sono certa – ha detto – che Perugia saprà onorare al meglio la responsabilità che il titolo di capitale italiana dei giovani le assegna, anche perché conosco la passione e le competenze dei giovani delle associazioni che hanno lavorato al progetto che punta molto su arte e cultura, sul principio del multiculturalismo, sull’esaltazione dei valori del volontariato, ma anche – ha concluso – dell’imprenditorialità giovanile”.

 

AUTORE: M. A.

LASCIA UN COMMENTO