A Pian di Massiano “Avanti tutta days” con sport, salute e solidarietà

Tempo di lettura: 183 secondi

“L’edizione 2019 è il primo appuntamento degli Avanti tutta days senza Leonardo – ha detto Federico Cenci nel corso della presentazione di “Avanti tutta days” in programma il 7-8 settembre a Pian di Massiano a Perugia – Un weekend proprio come avrebbe voluto Leo, da trascorrere con allegria e spensieratezza, ma nella consapevolezza che una battaglia contro la malattia può essere combattuta insieme. La collaborazione e la sinergia con le tante realtà associative sono infatti l’altro punto di forza di questa edizione”.

L’appuntamento è alle ore 10 del 7 settembre a Pian di Massiano presso il Percorso Verde “Leonardo Cenci” per l’inaugurazione ufficiale della settima edizione ideata e portata avanti da Leonardo Cenci come manifesto per la sua filosofia di vita all’insegna dello sport, della salute e della solidarietà.

“Proprio perché è la prima in cui non c’è Leo, almeno fisicamente, questa edizione è particolarmente importante – ha ribadito il sindaco Andrea Romizi, nel corso della presentazione –  Leo con tutta la sua energia ci manca e siamo noi oggi a dover tirare fuori questa energia, sull’esempio che lui ci ha lasciato. Leo è stato antesignano – ha proseguito il sindaco- anche per quanto riguarda il fare rete, il mettere insieme soggetti diversi, istituzioni, associazioni, per arrivare, tutti insieme, ad un risultato comune. Ci ha insegnato che insieme ci si arricchisce tutti. Peraltro – ha concluso – mi piacerebbe trovare il modo di portare avanti l’eredità di Leonardo anche realizzando un altro suo sogno, quello di una struttura leggera permanente al percorso verde che promuova e richiami l’attenzione alla salute e ai corretti stili di vita”.

Alla conferenza sono intervenute anche gli assessori Edi Cicchi e Clara Pastorelli che hanno tenuto ad evidenziare come questa edizione degli Avanti Tutta Days dimostri quanto può essere contagioso l’amore. Per Cicchi l’esempio di Leonardo e la sua associazione, oggi portata avanti dalla famiglia, sono un patrimonio della città, mentre per Pastorelli è anche merito di Leo se la comunità sportiva perugina ha trovato una nuova vitalità e una nuova comunità d’intenti.

Sport
Quanto allo sport, saranno presenti operatori qualificati di varie attività sportive e ricreative, con la possibilità di praticare le diverse discipline. Ben 44 le attività da palco previste tra sabato e domenica, 30 le associazioni presenti. Sul palco dal baseball all’equitazione passando per il football americano, il kung fu, tai chi, tennis, ginnastica ritmica, nordic walking, rugby, judo, volley, agility dog, sub, arrampicata libera, oncology games, riflessologia plantare, floriterapia e consulenza nutrizionale, fisiomassoterapia, ginnastica artistica, fit box, ginnastica artistica, zumba, circuit tone, step, scuola di ballo, i mondi di Leo, spinning ride, pilates, circuite tone, cardio tone, functional cross, fit box, psp, iron fit, ginnastica artistica, magik step, tabata, krav maga, hit workout fi boxe functional, piloga, itone, zumba e spinning ride.

Salute
Per la Salute lo spazio sarà destinato a realtà di prevenzione fuori dai luoghi deputati alla pratica sanitaria, con l’auspicio che tale occasione rafforzi l’attitudine delle persone alla salute personale e collettiva, ringraziando la disponibilità del personale altamente qualificato che ha reso possibile lo svolgimento di tale iniziativa con un piccolo “Villaggio della salute” dove trovare, per esempio, l’Avis, la Croce Rossa e altre realtà impegnate nello screening, dalla diabetologia alla cardiologia passando per le visite respiratorie.

Solidarietà
Creata un’area Solidarietà, che ospiterà le associazioni della “Rete del Sollievo”. “La ricchezza di tali esperienze – spiegano dall’Associazione – porta con naturalezza ad offrire, nell’ambito di tale evento, una presentazione di tali attività, sia nell’ambito sanitario che in quello sociale. Nove le presenze confermate.

L’appuntamento è realizzato con il patrocinio del Comune di Perugia, della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, del Coni dell’Umbria e dell’Azienda ospedaliera di Perugia.

LASCIA UN COMMENTO