Accesa la Fiaccola di san Benedetto

Tempo di lettura: 128 secondi

La Fiaccola benedettina è stata accesa mercoledì scorso nell’abbazia di Westminster a Londra, nel corso di una celebrazione ecumenica tra Chiesa anglicana e Chiesa cattolica, presieduta dall’abate ospitante, rev. John Hall, dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, e dall’abate di Montecassino, mons. Pietro Pittorelli. Un incontro che ha visto la presenza dei gonfaloni di Norcia e Cassino. Dalla cittadina umbra sono intervenuti l’arciprete mons. Mario Curini e il priore della basilica padre Cassian Folsom. Tra le presenze istituzionali, poi: l’assessore alla Cultura della Regione Umbria, Fabrizio Bracco, e quello della Provincia di Perugia, Donatella Porzi, nonché il sindaco di Norcia, Giampaolo Stefanelli, e il commissario prefettizio del comune di Cassino, Angela Pagliuca. Mercoledì mattina, prima della celebrazione, nell’abbazia di Westminster ha sfilato il corteo storico di Cassino. L’arci- vescovo Boccardo ha voluto così esprimersi su questo importante incontro tra la Chiesa cattolica e quella anglicana, nel segno di san Benedetto: “Siamo qui nell’abbazia di Westminster sulla scia della recente visita del Papa. Nello stesso luogo visitato dal Pontefice, siamo venuti a sottolineare e a raccogliere i frutti del gesto compiuto da Benedetto XVI. Insieme con Cassino, vogliamo riaffermare i valori benedettini di unità, pace e ricostruzione sui quali si fonda la civiltà europea. Noi, che ne custodiamo il luogo della nascita (Norcia) e della morte (Cassino), dobbiamo tenere viva la preziosa eredità di san Benedetto soprattutto in una società distratta come quella attuale. Il Patrono d’Europa ci dice che questo non può essere fatto solo con gesti esteriori ma è necessario farlo nell’ordinarietà della vita di tutti i giorni”. “Sono molto contento – ha sottolineato il sindaco Stefanelli – di aver ripreso i contatti con Cassino, interrotti alcuni anni fa. Questo è stato possibile grazie al nostro arcivescovo Boccardo e all’abate Pittorelli, legati da lunga amicizia. Mi auguro che si tratti dell’inizio di un lungo cammino insieme. Norcia e Cassino non possono non camminare insieme, non possono non proporre le stesse iniziative per celebrare san Benedetto”. In occasione dell’accensione della fiaccola, è giunto a Westminster il messaggio del card. Kurt Koch, presidente del Pontificio consiglio per l’unità dei cristiani. L’arcivescovo anglicano di Canterbury, Rowan Williams, nella missiva che ha fatto giungere, ha definito la celebrazione una festa per tutta Londra, che riveste un grande significato per la Chiesa anglicana e per la nazione. “Chiedo particolari benedizioni a Dio per questo particolare momento – si legge – e che questa luce di san Benedetto, accesa a Londra, illumini molti luoghi del nostro continente europeo e del nostro mondo”.

AUTORE: Francesco Carlini