Anticipata la festa del beato Bonilli

La data effettiva verrebbe infatti a coincidere con la Pasqua, che ha la prevalenza

Tempo di lettura: 122 secondi

Quest’anno le celebrazioni in onore del beato Pietro Bonilli, fondatore della suore della Sacra Famiglia di Spoleto, apostolo della carità e della famiglia, vengono anticipate al mese di marzo, per la precisione dal 15 al 20. Il 24 aprile, infatti, giorno in cui ricorre la memoria liturgica del prete spoletino beatificato nel 1988, celebriamo la Pasqua di resurrezione, il momento liturgico più significativo per la Chiesa. Di conseguenza, qualsiasi altra ricorrenza religiosa deve essere anticipata o posticipata. La nostra Chiesa diocesana, in accordo con le suore della Sacra Famiglia, ha deciso di anticipare i festeggiamenti. Le celebrazioni sono iniziate martedì scorso con la fiaccolata in onore del Bonilli: si è partiti dalla chiesa di Castel S. Giovanni di Castel Ritaldi e, passando per Picciche, si è arrivati a S. Lorenzo di Trevi, paese natale del beato, dove è stata celebrata la messa. Il triduo è stato animato da tre comunità parrocchiali della nostra diocesi: mercoledì 16 da S. Maria in Valle di Trevi (messa presieduta da padre Oronzo Saponaro, ofm); giovedì 17 da Bevagna (messa presieduta da don Marco Rufini). Venerdì 18 sarà Montefalco ad animare l’ultimo giorno del triduo con la messa presieduta da mons. Dino Pallucchi. Il momento centrale sarà sabato 19 marzo alle ore 18 quando nel santuario di Cannaiola di Trevi l’Arcivescovo presiederà la solenne concelebrazione eucaristica. L’olio per la lampada votiva del beato Pietro Bonilli verrà offerto dal Comune di Gualdo Cattaneo e dalle parrocchie di Gualdo Cattaneo e Pomonte. Domenica 20 marzo l’istituto della suore della Sacra Famiglia di Spoleto celebrerà l’anniversario di 25° e 50° di professione religiosa di alcune suore. Alle ore 10.30 nel santuario di Cannaiola ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo Renato Boccardo. Sarà presente anche la madre generale dell’istituto, suor Danila Santucci. Festeggiano il 50°: suor Andreilla Fioravanzo, provinciale del centro-nord Italia (casa madre, Spoleto); suor Gianclaudia Ciancaglini, superiora di Casa S. Giuseppe a Spoleto; suor Antonia Giaciglio, convento di Fano; suor Cleofe Giacomin, Spoleto – Istituto Nazareno; suor Maria Paola Gisondi, Spoleto – Motepincio; suor Giuseppina Magliarelli, convento di Agira; suor Silvia Minutilli, convento di Catania; suor Valeriana Rausa, convento di Agira; suor M. Bernarda Sisti, missionaria in India; suor Bertilla Vicari, convento di Lodi; suor Maria Laura Meccola, casa di accoglienza di Roma; suor Regina Murgia, Spoleto, casa S. Giuseppe; suor Maria Claudia Paternicola, convento di Niscemi. Celebra, invece, il 25° di professione suor Giovanna Scuderi, convento di Pozzuolo Umbro. Alle religiose giungano i migliori auguri da tutta la redazione di Spoleto de La Voce.

AUTORE: Francesco Carlini