Con ‘Il Colore dell’anima’ primo premio a Ivana Morra

'Progetto Terzo millennio anno 2001' / Promosso dalla diocesi per le elementari e medie

Tempo di lettura: 149 secondi

Sulle note della canzone del Giubileo, ‘Emmanuel, ‘ scritta e cantata da Marco Mammoli, è iniziata la premiazione del concorso ‘Progetto Terzo Millennio anno 2001’, organizzato dalla diocesi di Assisi- Nocera Umbra- Gualdo Tadino per le scuole elementari e medie inferiori. Questa si è tenuta nella mattinata di venerdì 26 ottobre presso il salone parrocchiale di Via S. Rocco, a Bastia Umbra. Dopo un breve discorso del vicario generale, don Orlando Gori, si è passati alla premiazione, presentata dall’insegnante Daniela Gorietti e da don Francesco Angelini, direttore dell’Ufficio Scuola. Il concorso, ricordiamo, si era svolto durante lo scorso anno scolastico 2000-2001.Per le scuole medie, è stata l’alunna Ivana Morra (classe II G, con l’insegnante Daniela Gorietti) della media ‘C. Antonietti’ di Bastia Umbra, a vincere il primo premio, la somma di L. 300.000, con la poesia Il colore dell’anima per l’area letteraria. Il secondo posto è stato assegnato alla scuola di Gualdo Tadino, a Talamelli Gloria e Panfili Vanessa (classe III B, con l’insegnante Giuseppina Sabbatini), lavoro realizzato in floppy-disk, dal titolo Fratello mio, per l’area nuove tecnologie, cui è andata la somma di L. 200.000. Al terzo posto si è classificata la scuola di Sigillo (classe III B con la stessa insegnante), con l’elaborato Una società accogliente eseguito da Allegrucci Serena, Burzacca Giulia, Generotti Silvia, Mariotti M. Angela, Pellegrini Elisa e Tomarelli Silvia, per l’area figurativa, cui è andato un abbonamento ad una rivista per ragazzi.Gli stessi premi sono stati assegnati ai vincitori delle scuole elementari, secondo lo stesso ordine. In prima posizione si è classificata la scuola di Nocera Umbra (classe I A, con l’insegnante Carmela Petrini), con l’elaborato dal titolo L’albero dei colori realizzato in cd-rom per l’area nuove tecnologie. La scuola Patrono d’Italia di S. Maria degli Angeli, con la poesia Un largo abbraccio, scritta da Capitanucci Margherita, (classe V A con l’insegnante Pagliarini Carla), si è classificata al secondo posto. Infine, in terza posizione, per l’area figurativa, la scuola elementare di Bastia Umbra, plesso XXV Aprile, (classe V A con l’insegnante Gugliarelli Nadia), con il lavoro Famiglia unita, ideato e realizzato da Pamela Fefè, M. Luisa Calzuola, Elena Gagliardoni, Tania Rossi, M. Immacolata Bernardino, Sara Latini, Erica Brunetti, Denise Petrini. Durante il corso della manifestazione, dopo l’intervento della preside della scuola media di Bastia Umbra, Annalisa Rossi, le persone intervenute sono state allietate dalla lettura di questi stupendi ed espressivi lavori, intervallati dall’esibizione di brani musicali, eseguiti con il flauto dai ragazzi. Non si può dimenticare lo splendido balletto di Carla Dominici, la quale si è esibita sulle note della musica del film: La vita è bella. I lavori erano stati esaminati da una giuria composta da insegnanti della scuola elementare e media e dai responsabili degli uffici catechistico.Il concorso prevedeva tre temi: 1. I ragazzi desiderano una famiglia unita, 2. I ragazzi chiedono una scuola educante, 3. I ragazzi s’aprono ad una società accogliente. I ragazzi potevano esprimersi attraverso le aree: letteraria, grafica figurativa e nuove tecnologie.

AUTORE: Ombretta Sonno