Cosa offriamo ai giovani

Il ricco calendario di iniziative della Pastorale giovanile diocesana per i prossimi mesi

Tempo di lettura: 145 secondi

Ce n’è per tutti i gusti. Si potrebbe dire così del fitto programma di attività proposte dalla Pastorale giovanile della diocesi. Quest’anno è sicuramente proiettato verso la Giornata mondiale della gioventù di Madrid ma, in realtà, si tratta solo di uno dei tanti appuntamenti che affollano il calendario da qui al prossimo agosto. Se un ragazzo o un gruppo “cerca” qualcosa o vuole impegnarsi concretamente, non si può dire che manchi ciò che fa al caso suo. Per quanto riguarda il tempo che ci apprestiamo a vivere ora, la Quaresima, la Pastorale propone “In cammino verso la Pasqua”, ovvero una serie di incontri nelle varie vicarie, divisi per ragazzi dai 13 ai 16 anni e giovani dai 17 in su, che culmineranno poi nella Festa diocesana della gioventù, il 16 aprile, sabato delle Palme, a Spoleto, in cui ci sarà una veglia di preghiera presieduta dall’arcivescovo Boccardo, a cui seguirà la cena insieme (ore 16-21). Il cammino quaresimale trae ispirazione dal messaggio del Papa per la Gmg 2011, “Radicati e fondati in Cristo. Saldi nella fede” (1Cor 2,7). Proprio in occasione della Festa della gioventù, debutterà il Coro diocesano dei giovani, costituitosi già da qualche mese ma sempre alla ricerca di nuovi componenti. Alle ore 18 di ogni primo e terzo venerdì del mese, presso i locali del Centro di pastorale, a Spoleto, si tengono le prove di canto, aperte alla partecipazione di tutti coloro che lo vogliono. Dal mese di novembre, è poi iniziato un Corso di educazione all’affettività, che si tiene presso il Centro famiglia alle ore 18 di ogni primo venerdì del mese. Si tratta di una proposta rivolta a fidanzati e non, a cura di Ilaria Garbini. Tra gli appuntamenti prossimi, il 2 aprile ci sarà la cena-dibattito “Il gusto delle idee”, presso il Centro giovanile diocesano. Si tratta di una cena “a tema”, in cui ci sarà un personaggio che introdurrà l’argomento che verrà poi sviluppato con gli interventi di tutti, durante la serata. Sarà una prima esperienza che si ripeterà poi, altre volte nel corso dell’anno. Per quanto riguarda, invece, le attività di accompagnamento e guida dei giovani educatori, sono previsti due campi di formazione per animatori, entrambi a Norcia: “Talita Kum”, dal 29 aprile al 1° maggio, presso il monastero di S. Maria della Pace; “Nazareth”, dal 29 giugno al 3 luglio, nella Casa diocesana della Madonna delle Grazie. In estate, poi, nella prima quindicina di luglio, avranno luogo i campi diocesani per ragazzi in età di scuola elementare e media. Tema sarà “Gioco libera tutti”, ispirato al racconto dei Ragazzi della via Paal, che nasce dalla produzione dell’omonimo sussidio estivo in collaborazione con l’Anspi nazionale e le diocesi umbre. Importante è il servizio di segreteria attivo presso il Centro di Pastorale giovanile, aperto dalle ore 16 alle 18 di ogni martedì, dove chi ha bisogno di qualsiasi informazione può trovare risposta. In alternativa, è possibile chiamare il numero 0743 47240 o inviare una mail a pastoralegiovanile@spoletonorcia.it.

AUTORE: Eleonora Rizzi