Diaconi per le Chiese umbre

Otto seminaristi hanno scelto di vivere insieme la loro ordinazione diaconale per due buone ragioni che i loro Vescovi hanno accolto. La celebrazione a Santa Maria degli Angeli

Tempo di lettura: 137 secondi

Otto seminaristi di cinque diocesi umbre hanno scelto di vivere insieme la loro ordinazione diaconale e così sabato 31 agosto alle ore 17 nella basilica di Santa Maria degli Angeli l’arcivescovo di Perugia – Città della Pieve mons. Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale umbra, insieme ai vescovi delle diocesi umbre, imporrà le mani su Carlo Cecconi, David Tacchini, Emanuele Fringuelli, Jacopo Tacconi, Lorenzo Marazzani, Marco Cappellato, Matteo Rubechini e Simone Valori. Non è la prima volta che un passaggio così importante nella formazione presbiterale non viene vissuto nelle diocesi di appartenenza ma è inusuale vedere un’unica celebrazione regionale.

La richiesta è venuta proprio da loro, dai seminaristi che, spiega mons. Bassetti, “hanno presentato una richiesta sostenuta da due motivazioni. La prima è che hanno voluto coronare i 100 anni del Seminario regionale con questa scelta unitaria, come segno di gratitudine e affetto nei confronti del Seminario”. La seconda motivazione sta nel fatto che “hanno trovato tra loro affiatamento e condivisione di fraternità seminaristica per cui hanno sentito il desiderio di condividere in uno stesso giorno la stessa ordinazione alla quale naturalmente saranno presenti tutti i loro vescovi”.

Due buone ragioni che i Vescovi, hanno voluto accogliere essendo anche “favorevolmente impressionati dall’umiltà e spirito di obbedienza con cui hanno presentato questo loro desiderio” e dal “senso di comunione che c’è tra le Chiese umbre, evidenziato anche da questa richiesta”. Ai sette seminaristi del Regionale di Assisi si è unito anche Matteo Rubechini seminarista di Perugia in formazione a Roma al Pontificio seminario lateranense.

Alla celebrazione parteciperà l’ex Rettore del Seminario Regionale mons. Nazzareno Marconi con il quale i seminaristi hanno vissuto questi anni di formazione al Regionale e il nuovo Rettore don Carlo Franzoni della diocesi di Orvieto – Todi appena nominato dalla Conferenza episcopale umbra.

I nuovi diaconi sono tutti “vocazioni adulte” ed hanno seguito percorsi diversi.Cecconi, 31 anni, della diocesi di Assisi, e Valori30 anni, di Città di Castello vengono da esperienze missionarie con l’Operazione Mato grosso. Hanno fatto i primi tre anni di seminario in Perù, poi sono tornati per mettersi a servizio delle loro diocesi. Tacconi di Terni, 32 anni, laureato in lingue orientali, è andato in Giappone missionario con il Cammino Neocatecumenale ed ha fatto i primi due anni al “Redempptoris Mater”. Frenguelli, 28 anni, diocesi di Orvieto – Todi, laurea breve in storia dell’arte, viene da un impegno nell’Azione cattolica. Marazzani, 46 anni, di Perugia, per tre anni è stato missionario itinerante del Cammino in Italia. Tacchini, 32 anni, diocesi di Città di Castello, infermiere professionale, ha fatto esperienza missionaria nelle case di Madre Teresa. Cappellato, 37 anni, diocesi di Perugia, idraulico originario di Milano, viene dall’esperienza di volontario (anche come responsabile) nelle case Caritas dell’Umbria.Sabato sarà festa per e con tutte le loro diocesi.

Maria Rita Valli

AUTORE: Maria Rita Valli