Dopo la formazione sanitaria un corso topografico

I volontari della Protezione civile impegnati in molte manifestazioni regionali

Tempo di lettura: 129 secondi

Si è concluso il corso sanitario organizzato dall’assessorato alla Protezione civile del Comune di Bastia Umbra, in collaborazione con la Cri locale che ha partecipato con la disposizione dei propri istruttori. Gli incontri si sono tenuti per dieci giorni, dal 15 al 25 maggio presso la sede del gruppo volontari, nella zona industriale della città, affrontando argomenti prioritari di primo soccorso. Le lezioni sono state strutturate in quattro tempi diversi, che hanno rispettivamente affrontato: il problema di trovarsi in una situazione di emergenza, comprenderne l’entità e concretizzare la propria abilità di agire, il trage, la richiesta di intervento dei veicoli e personale di soccorso avanzato (118, Vv.Ff. e 113), esame dell’area critica, preucazioni e condotta da tenere per la sicurezza dell’operatore, posizione laterale di sicurezza; il problema della comprensione e della gravità delle ferite: lesioni termiche e/o dermatologiche e capacità di compiere fasciature; il problema di una appropriata tecnica di rianimazione cardio respiratoria di urgenza (Bls). Infine il riconoscimento e il trattamento delle fratture, uso delle bendostecche e del collare, estrazione del casco, estricatore, asse spinale. La formazione dei volontari proseguirà con un corso topografico, divisi in una parte teorica da affrontarsi nell’apposita sede e una seconda, pratica, di effettiva esercitazione sul monte Subasio. La preparazione dei volontari vedrà il momento conclusivo con l’esercitazione di due giorni ( il 9 e il 10 guigno) a Trevi, nella partecipazione al primo raduno regionale di Protezione civile proposta dall’associazione “Gruppo comunale protezione civile città di Trevi” in collaborazione con il Comune di Trevi e il patrocinio della consulta regionale del volontariato di Protezione civile. Inoltre la rappresentanza dei nostri volontari è stata convocata per la riuscita, l’allestimento e la sicurezza del primo meeting europeo della grande età a Perugia per la “Terza Festa” dal 28 giugno al 1 luglio per tutto lo spazio di Pian di Massiano. Il raduno, europeo, conterà dalle ottomila alle ventimila presenze, occupate nei servizi “al villaggio”, ai trasporti interni, ristorazione, pernottamento, accoglienza, eventi culturali. Il responsabile della protezione civile, Renato Capezzali, ricordando la sempre più viva presenza del gruppo nelle attività sociali cittadine e regionali, da ultimo la disponibilità intera per la festa del Calendimaggio ad Assisi e la partecipazione alla Grifonissima di Perugia, la crescita dell’associazione e il vivo interesse per questioni di prevenzione e recupero, invita alle iscrizioni presso la sede dell’ufficio tecnico, sottolineando che l’iscrizione non comporta nessun onere, dà la possibilità di partecipare alle più importanti manifestazioni e in caso di eventi calamitosi giustificare la propria assenza, interamente retribuita, sia per dipendenti pubblici che privati come previsto dalla legge in vigore.

AUTORE: Simona Marchetti