Dopo sei anni di attività l’Agesci rischia di chiudere

Gli scout di Bastia alla ricerca di una sede

Tempo di lettura: 101 secondi

L’associazione Guide e scout cattolici italiani (Agesci) della parrocchia di Bastia festeggia quest’anno sei anni di attività. Numerosi sono i ragazzi che hanno aderito a questo progetto “il cui scopo è dare a ogni nazione e al mondo intero una gioventù che sia fisicamente, moralmente e spiritualmente forte”. Mediamente i responsabili hanno seguito ogni anno oltre cinquanta giovani. Il numero delle domande di iscrizione al percorso Agesci è però in costante crescita, al punto che molti ragazzi sono stati congedati con uno spiacevole: “per ora non c’è posto”. Al numero crescente di giovani che desiderano diventare scout corrisponde d’altro canto un numero non sempre adeguato di capi scout e una sede che si sta rimpicciolendo a vista d’occhio visto l’aumento dei giovani che dovrebbe contenere. La Provvidenza ha aiutato notevolmente gli scout a trovare ulteriori capi facendo pervenire da fuori regione due genitori esperti ed esemplari. Ora il problema principale rimane quello di trovare una sede capiente. Purtroppo, il sabato pomeriggio, gli spazi parrocchiali sono tutti utilizzati per le attività catechistiche o per altre necessità. La sede nel seminterrato che la parrocchia ha dato da anni agli scout è molto utile, ma ora si è rivelata insufficiente. Il piazzale antistante è stato poi ridotto ai minimi termini per via del cantiere edile aperto per la ristrutturazione antisismica della casa parrocchiale. Numerosi tentativi di trovare un nuovo spazio sono andati tutti a vuoto. Si ringrazia il Comune di Gualdo Tadino e altri enti pubblici che hanno offerto gratis prefabbricati all’Agesci di Bastia, ma motivi burocratici non ne permettono l’installazione. Ora l’appello è rivolto a chiunque abbia un locale molto capiente, tipo rimesse, cascine, capannoni… e lo volesse mettere a disposizione dell’Agesci per poche ore alla settimana a titolo gratuito. Si accettano anche locali distanti dal centro di Bastia. Chi desidera accogliere questo invito può inviare un fax al numero 075/8002135, o può mandare un messaggio indirizato a: parrocchiabastia@hotmail.com, o può telefonare direttamente al numero 075/8011188 chiedendo di Tonino. Un grazie anticipato alle persone di buona volontà!

AUTORE: Don Daniele Ambrosini