Fiaccola benedettina a Westminster

NORCIA. L’evento avrà grande valore ecumenico

Tempo di lettura: 203 secondi

Hanno preso il via, per l’anno 2011, le celebrazioni in onore di san Benedetto, patrono principale d’Europa. L’archidiocesi di Spoleto-Norcia, la città di Norcia e quella di Cassino hanno concordato iniziative comuni. L’inizio, come sempre, è segnato dalla Fiaccola benedettina, un simbolo particolarmente caro ed eloquente, che intende continuare a portare ovunque in Europa e nel mondo la luce del perenne messaggio di pace e di fratellanza di san Benedetto, oggi più che mai attuale e necessario. Essa, che da decenni percorre le strade d’Europa e del mondo, quest’anno verrà accesa a Londra, diventando così una storica occasione di dialogo ecumenico tra Chiesa cattolica e Chiesa anglicana. Ma c’è qualche novità. Come prima cosa il viaggio della Fiaccola, diversamente dagli anni scorsi, è iniziato in Vaticano mercoledì 23 febbraio con la benedizione di Benedetto XVI. Ora, martedì 1° marzo, si partirà per la capitale del Regno Unito. L’altra novità, particolarmente significativa, è la rinata collaborazione tra Norcia e Cassino il cui frutto è l’unione delle due Fiaccole. Il dialogo e l’amicizia tra l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo e l’arciabate e ordinario di Montecassino Pietro Vittorelli ha permesso la riproposizione di un cammino comune interrotto alcuni anni fa. “Questa collaborazione che riparte tra la città che ha dato i natali a san Benedetto e la città dalla quale si è irradiata nel mondo la sua Regola – ha affermato Vittorelli nel corso della conferenza stampa di presentazione della Fiaccola che si è tenuta mercoledì 16 febbraio nella curia di Cassino – è motivo di grande gioia. Spero che questa unione, fortemente voluta da me e da mons. Boccardo, sia proficua per la Chiesa e per la società”. La comunità cristiana di Spoleto-Norcia, custode delle radici umane e culturali dell’albero benedettino, è ben lieta di dare avvio a questo nuovo progetto spirituale e culturale nel nome del Santo patrono d’Europa. «Siamo onorati – ha detto il vicario episcopale della Valnerina mons. Mario Curini in conferenza stampa – di collaborare con l’abbazia di Montecassino. Credo che sia un bel segnale presentarci uniti nel nome di san Benedetto”. Il sindaco di Norcia Gian Paolo Stefanelli – rappresentato a Cassino dall’assessore alla Cultura Franco Mirri – nel suo messaggio per le celebrazioni parla di una nuova, fervida ed intensa “avventura benedettina”. “Grazie alla ritrovata armonia tra Norcia e Cassino – afferma – e di questo voglio ringraziare la disponibilità del nostro arcivescovo Boccardo e dell’abate Vittorelli, auspichiamo che la nostra Fiaccola sia sempre di più, per le nazioni che visiterà, un segno tangibile e permanente dell’eredità del padre del monachesimo occidentale. Unire le forze ci permette di svolgere al meglio la nostra missione di diffusione e fortificazione della tradizione monastica benedettina: una tradizione rigogliosa sulla quale sono state impiantate la cultura e la civiltà del Continente europeo, e non solo”. L’accensione della Fiaccola benedettina avverrà mercoledì 2 marzo alle ore 12 nella storica e prestigiosa abbazia di Westminster, anticamente abbazia benedettina, oggi cuore della Chiesa anglicana, che custodisce le spoglie mortali di sant’Edoardo il Confessore: è lì che, nell’ambito di una celebrazione ecumenica che sarà presieduta dal rev. John Hall, decano dell’abbazia di Westminster, dall’abate Vittorelli e da mons. Boccardo, avverrà l’accensione della Fiaccola, con il patrocinio del ministero delle Politiche comunitarie. Questo avviene in un momento storico di avvicinamento tra Chiesa cattolica e Chiesa anglicana, e nel solco positivo tracciato da Benedetto XVI nella sua recente visita nel Regno Unito, che ha saputo creare un nuovo clima di stima e amicizia reciproca. In terra inglese ci saranno anche i rappresentati dei Comuni di Norcia e Cassino nelle persone del sindaco Stefanelli e del commissario prefettizio straordinario Angela Pagliuca. Grazie alla collaborazione tra l’archidiocesi di Spoleto-Norcia e il Comune di Norcia, con il sostegno della Regione dell’Umbria e della Provincia di Perugia, la Fiaccola benedettina arriverà a Norcia sabato 12 marzo. Sarà presente una delegazione di Cassino guidata dall’arciabate Vittorelli. La Fiaccola, invece, giungerà a Cassino domenica 13 marzo. Da questa data in poi Norcia e Cassino proseguiranno con le rispettive celebrazioni locali, che culmineranno nel giorno della solennità, il 21 marzo.