Genitori e scuola: un rapporto sempre più stretto

Promosso dall'AGe all'elementare "Valentini" laboratorio teatrale su "Alimentazione sicura"

Tempo di lettura: 147 secondi

Non è facile fare il genitore e quando un bambino comincia ad andare a scuola, ad avere il primo individuale contatto con il mondo, non si ha un libretto d’istruzione per sapere come comportarsi. L’obiettivo generale dell’A.Ge è proprio quello di aiutare i genitori a esercitare pienamente il loro ruolo educativo e a promuovere adeguate politiche familiari, per la famiglia, la scuola e la società. L’A.Ge è una Federazione nazionale delle Associazioni locali di genitori, che si ispirano ai valori della costituzione italiana e all’etica cristiana. E’ stata fondata nel 1968 a Roma dal cattolico Ennio Rosini il quale riconosceva che: “E’ insita nel cuore dell’uomo un’etica naturale, di cui l’etica cristiana è l’espressione più completa perché suo fondamento è il rispetto dell’uomo e della dignità della persona in tutti i suoi aspetti”. Ogni bambino che nasce è un pezzo unico, irripetibile, ma ha una componente comune e universale che è la sua umanità e che è possibile garantire e preservare nel tempo solo con il rispetto di sé e il rispetto dell’altro. Il ruolo dell’Associazione, nata a Perugia nell’aprile del 2000 e presente in Umbria nei comuni di Perugia, Corciano e Terni, è quello di dare ai genitori un sostegno, riconoscersi intorno ad un progetto comune che affonda le sue radici nei grandi valori della persona e della famiglia. E’ proprio la famiglia infatti la prima forza educante alla quale si rivolge l’A.Ge, che ha attivato da due anni “la scuola per genitori”. L’obiettivo non è certo quello di creare genitori perfetti, ma far capire che si può essere genitori efficaci e consapevoli. La scuola è invece l’ambito di intervento principale nella quale l’Associazione vuole sostenere il ruolo dei genitori, sia rispetto all’apprendimento dei propri figli che al rapporto con le insegnanti e le istituzioni, e proprio in questo ambito ha organizzato quattro incontri, presso l’istituto Don Bosco, sull’autonomia scolastica, e soprattutto sul ruolo che i genitori sono tenuti a svolgere nell’ambito scolastico, dopo l’attuazione di questa legge. In questi anni, poi, l’A.Ge è stata presente anche presso enti pubblici e istituzioni che si interessano di politiche familiari e giovanili e negli ultimi 7 mesi la scuola Elementare “Enzo Valentini” di Perugia ha promosso un laboratorio di ricerca teatrale dal titolo Trasgenia, sul tema “Alimentazione sicura e prodotto alimentare commercializzato”. Lo scopo non è quello di creare allarmismi sugli organismi geneticamente modificati, ma di realizzare un viaggio fantastico all’interno dei cibi commercializzati per scoprire alimenti, le loro origini e la loro funzione, gli additivi di composizione, le etichette con le informazioni essenziali, gli organismi geneticamente modificati e i prodotti biologici. La rappresentazione teatrale, la cui anteprima si è svolta il 18 aprile al Centro Commerciale di Collestrada, farà un minitour nei teatri umbri di Umbertide, Città di Castello, Montone e Perugia. Il 24 maggio alle 21 sarà al Teatro Morlacchi e l’ingresso, a offerta libera, sarà devoluto all’Unicef.

AUTORE: Eleonora Cozzari